Palmi, cerimonia di fine mandato della Società Operaia Mutuo Soccorso

Durante una partecipata cerimonia di fine mandato presso la sala presidenziale della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Palmi, Saverio Saffioti – che ha presieduto il glorioso sodalizio negli ultimi anni – ha relazionato sull’attività svolta dalla S.O.M.S.. Dopo aver citato i valori indicati nell’art. 1 dello Statuto del sodalizio e, in particolare, quelli di fratellanza, moralità e mutuo soccorso, Saffioti ha detto: “Abbiamo instancabilmente promosso decine di iniziative in campo sociale, artistico e culturale, per elevare spiritualmente non solo i nostri soci, ma in un fraterno abbraccio l’intera Città. Il contributo del Sodalizio si è espresso, in particolar modo, con la produzione di un’opera scritta sulla storia della Società Operaia, la realizzazione del Monumento al Lavoro di Piazza Municipio, la costruzione fisica della Varia di Palmi in occasione dell’edizione del 2013 e, ancora, La Notte Rosa contro la violenza sulle donne, il Memorial in ricordo di Saverio Balzamà, le manifestazioni in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, del Carnevale, del 1° Maggio, dell’Estate palmese, del Natale e dell’Epifania. Senza il sostegno dell’Amministrazione Comunale e dell’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria, non ce l’avremmo fatta. È per questo che sento di ringraziare il Sindaco di Palmi Giovanni Barone ed il Vicepresidente del Consiglio Provinciale Giuseppe Saletta, consegnando loro una targa in segno di riconoscenza per l’impegno al servizio della S.O.M.S. e della Città”.
È intervenuto, successivamente, il Prof. Carmelo Saltalamacchia che ha esaltato “la Città di Palmi, luogo delle eccellenze. Ricordo con piacere l’opera del nostro amato Felice Battaglia, che aveva postulato il lavoro come valore, perché il lavoro porta in sé la spiritualità e la Società Operaia rappresenta l’anima più profonda della nostra comunità”.
Il Consigliere Comunale Antonio Papalia si è espresso plaudendo “all’intraprendenza del Presidente Saffioti e del suo direttivo che ci ha resi ancora più orgogliosi della nostra Società Operaia. Sono certo che tra cinquant’anni – ha detto Papalia – si ricorderà ancora questa splendida stagione che, tra mille difficoltà, ha trovato nel sodalizio operaio uno degli artefici più splendenti della riedificazione culturale della Città”.
Nelle parole del Sindaco Barone è emersa tutta la riconoscenza dell’Amministrazione per la S.O.M.S.: “Ci siete stati sempre vicini – ha detto – e non è un caso che il Sodalizio sia l’aggregazione più longeva del mondo associazionistico palmese. Il nostro sostegno è solo una goccia d’acqua nel mare dei risultati che avete ottenuto. Alcuni recenti avvenimenti, come la visita di S.E. il Vescovo Mons. Milito ed il vostro impegno in occasione della Varia gratuito, troppo spesso dimenticato e fondato sul sudore, stanno a dimostrare come la Società Operaia si sia inserita oramai definitivamente nel tessuto socio-culturale della Città ed abbia partecipato da protagonista all’opera di recupero dell’immagine della stessa”.
Ha concluso i lavori il Vicepresidente del Consiglio Provinciale e Vicesindaco di Palmi Giuseppe Saletta che, con evidente emozione, ha ringraziato “tutti i soci della S.O.M.S., un Sodalizio che portiamo nel cuore. Se dovessi scegliere il momento più bello di questi ultimi anni, non potrei dimenticare quel senso di orgoglio provato in occasione dell’accoglienza riservata al direttivo a Roma in Campidoglio da parte del Sindaco della Capitale. Voi – ha concluso Saletta – amate questa Città, con sacrificio e serenità. Continuare a lavorare insieme, perseguendo la tutela dei lavoratori, è una priorità”.