Polistena: sabato 27 gennaio – inaugurazione dell’asilo nido pubblico

246

Polistena: sabato 27 gennaio – inaugurazione dell’asilo nido pubblico

L’Amministrazione Comunale annuncia che dalla prossima settimana sarà attivo il servizio asilo nido pubblico “0-36 mesi” rivolto a cittadini e famiglie residenti nei comuni afferenti al Distretto Socio-assistenziale con comune Capofila Polistena.

La cerimonia inaugurale si terrà sabato 27 gennaio alle ore 15, mentre l’avvio del servizio è stabilito a decorrere dal 1° febbraio e sino al 31 luglio.

L’Amministrazione Comunale di Polistena ha investito circa 260.000 euro, in parte a valere sui fondi del Patto dello sviluppo in parte direttamente con fondi del bilancio comunale, sulla struttura situata in Contrada Villa dove originariamente sorgeva una scuola primaria dismessa dai piani di dimensionamento che, nostro malgrado, hanno progressivamente tagliato pezzi di istruzione pubblica. La struttura dell’asilo “Villa” è stata adeguata alle normative in termini di spazi e sicurezza. L’investimento racchiude anche la sistemazione dell’area-giochi esterna, l’acquisto di arredi mancanti e l’adeguamento della cucine con elettrodomestici di ultima generazione.

Tale scelta di localizzare un nido nell’area periurbana di Polistena è una restituzione a tutti i cittadini, anche residenti, che al momento non hanno un analogo servizio d’infanzia pubblico sul territorio. Esistono infatti solo nidi gestiti da privati.

Potranno essere ammesse iscrizioni fino ad un massimo di 30 bambini. Il servizio sarà gestito con fondi PAC destinati all’infanzia attraverso la Cooperativa sociale Migma, aggiudicataria del bando di gara, grazie alla quale saranno coinvolti operatori specializzati che troveranno lavoro e occupazione per tutta la durata del servizio.

Dopo aver fatto enormi sacrifici per realizzare questa nuova piccola realtà pubblica a beneficio di tutto il territorio, auspichiamo che l’asilo potrà essere mantenuto nel tempo, con continuità, oltre la data del 31 luglio 2024, attraverso stanziamenti nuovi e risorse da storicizzare.

Rientra infatti nelle linee guida del PNRR l’incremento dei servizi rivolti alla persona e siamo convinti che oggi più che mai i servizi sociali fruibili ed efficienti siano un obiettivo insostituibile per le amministrazioni pubbliche impegnate a rafforzare la coesione civile e sociale.

Articolo precedente L’ITIS trionfa agli EUgame La scuola polistenese campione nazionale di politiche UE e comunicazione istituzionale
Articolo successivoIncidente su Ss 18 – donna investita da un camion: ricoverata in gravi condizioni