Reggio, anziano si barrica dentro suo ristorante e inizia a sparare

Ieri pomeriggio, la Polizia di Stato  è intervenuta in rione Condera di Reggio Calabria, dove un anziano reggino 84enne, in preda ad un raptus di follia, si era barricato all’interno del suo ristorante esplodendo numerosi colpi di fucile contro la porta e le finestre.

Gli Agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Reggio Calabria, diretta dal Questore Guido Niccolò Longo, adottando ogni cautela imposta dalla delicata situazione e impedendo a chiunque di avvicinarsi, hanno fatto irruzione all’interno del locale e, dopo aver ispezionato le diverse sale, hanno individuato l’uomo in una stanza buia che, imbracciando un fucile da caccia calibro 12 carico, intimava ai poliziotti di uscire dal locale. L’immediato e professionale intervento di uno degli Agenti delle Volanti che ha disarmato l’uomo, ha fatto si che l’evento non avesse seguiti tragici.

L’anziano, al momento della perquisizione, occultava sotto il maglione una pistola Beretta semiautomatica cal. 7.65, con il colpo in canna ed il caricatore rifornito di sei cartucce mentre, altre quattro, erano custodite in una tasca dei pantaloni pronte per essere utilizzate nel fucile da caccia. L’intervento tempestivo del personale della Polizia di Stato ha fatto si che non si siano registrati feriti. L’anziano è stato denunciato all’AG competente che ha, altresì, disposto il sequestro delle armi.