Rosarno – ordinanza sospensione attività scolastica dal 10 al 15 gennaio

529

Rosarno – La commissione straordinaria ha firmato un’ordinanza che prevede la sospensione dell’attività scolastica dal 10 al 15 gennaio 2022.

Nello specifico:

CONSIDERATO che la diffusione rapida e generalizzata del numero di nuovi casi di infezione nel territorio comunale di Rosarno ha fatto registrare una impennata della curva epidemiologica, incidendo
inevitabilmente anche sulla pressione sui servizi ospedalieri e su quelli territoriali;
con il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo, con particolare riguardo alle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali;
in tale situazione, una forte accelerazione della vaccinazione nella fascia di età 5-11 anni e, più genericamente nella fascia under 18, rappresentano elementi peculiari necessari a con- tenere l’impatto dell’epidemia da SARS-CoV-2 e da varianti emergenti, nel delicato contesto scolastico.

 

RICHIAMATA la nota del Direttore Sanitario f.f. del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Mela- crino Morelli (GOM)”, del 7.01.2022, ad oggetto “ Proposta chiusura scuole” con la quale informa che “l’attuale andamento del numero dei contagi legato al Covid 19 è in crescita e che la pressione sull’Ospedale può divenire insostenibile”;

ATTESO CHE l’espansione epidemica da Sars-CoV-2, per come evidenziato dal Commissario Straordinario dell’Asp di Reggio Calabria con nota del 30 dicembre 2021, è, in atto, notevolmente, in aumento;

CONSIDERATO che dai dati di monitoraggio a livello regionale per l’intera area metropolitana di Reggio Calabria, in cui i valori di incidenza per 100.000 abitanti negli ultimi 7 giorni si sono note- volmente incrementati, superando ampiamente la media regionale nel medesimo periodo;

VALUTATO, in considerazione sia dell’evolversi della curva epidemiologica del contagio da Covid- 19 sul territorio cittadino, sia della necessità di non vanificare gli sforzi di decongestionamento dell’ospedale reggino, di dover intervenire a tutela della sanità pubblica con ogni iniziativa utile volta a scongiurare il rischio di ulteriori diffusioni del contagio;
ai fini del contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19,
ai sensi dell’art. 32 della legge 23 dicembre 1978, n. 833 ovvero per i motivi di igiene e sanità pubblica

RITENUTO necessario in considerazione di quanto sopra esposto, ai fini del contenimento della dif- fusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19, alla luce delle misure statali e regionali di contenimento del rischio di diffusione del virus vigenti, ai sensi legge 23 dicembre 1978, n. 833 comma 3, disporre la temporanea sospensione delle attività didattiche;

ATTESO che nel rispetto del principio di non contraddizione dell’ordinamento giuridico l’iniziativa dei sindaci, quale rappresentante della collettività locale, può rappresentare, in certi casi, l’arma
migliore per fermare tempestivamente eventuali cluster locali;

RITENUTO che le situazioni di fatto e di diritto fin qui esposte e motivate integrino le condizioni di contingibilità ed urgenza a tutela della sanità pubblica, di cui all’articolo 32 comma 3 della legge 833/1978;

ORDINA
Ordina- per i motivi di igiene e sanità pubblica rappresentati in premessa, che qui si intendono richiamati,
ai fini del contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19, sull’intero territorio comunale,la sospensione delle attività didattiche in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia pubbliche e private, ricadenti nel territorio del Comune di Rosarno, con decorrenza dal 10 gennaio 2022 e fino al 15 gennaio 2022, salve ulteriori e diverse valutazioni in considerazione dell’evolversi della situazione epidemiologica.

CLICCA QUI per leggere l’ordinanza.

Articolo precedente In vigore da oggi il nuovo decreto Covid, obbligo vaccinale per gli over 50
Articolo successivoIncidente nella notte – morto 19enne