Rosarno, “Welcome to the jungle”- voragini, buche e spazzatura

Continuano a pervenire lamentele alla nostra rubricaLA PAROLA AI LETTORI, in merito alle condizioni attuali delle strade di  Rosarno. In particolar modo alcuni residenti della via Sant’Anna, dove all’altezza della famosa voragine ben presto sorgeranno addirittura delle catacombe, grazie alla profondità venutasi a creare tale da ospitare un cimitero, ribadiscono la mancanza di interventi da parte degli enti competenti. Ci fanno sapere inoltre che in seguito al crollo del manto stradale nel lontano 2013, sono state inviate lettere di denuncia con tanto di ricevuta di ritorno, ma nessuno si è mai presentato a risolvere il problema.

Abbiamo inviato la lettera nel 2013, da allora chi di competenza ha sempre fatto orecchie da mercante.  Vi sono stati solamente alcuni sopralluoghi cui non sono seguite mai però azioni concrete, e  ad oggi il pericolo rimane costante. In una strada a doppio senso di marcia, un giorno si e l’altro pure si rischia l’impatto frontale. Purtroppo pare vi siano altre priorità invece di tutelare e salvaguardare le persone sia pedoni che automobilisti stessi. Al prossimo temporale vorremmo invitare chi di competenza a spalare il fango e tentare di mettere a posto la situazione, come facciamo noi da due anni. L’unico provvedimento preso sono state le transenne, ma qui da noi i problemi vengono sempre risolti con le transenne, peccato però che i cittadini poi debbano anche fare i conti con le tasse da pagare, tasse su servizi che il comune dovrebbe garantire, come appunto illuminazione, manutenzione delle strade, spazzatura… Eppure qui sembra di vivere in un paese abbandonato, strade distrutte e sporche per mancanza appunto di servizi base.”

 Sui social, diventati piazza di quotidiani dibattiti, in effetti c’è anche chi si chiede come mai i cittadini vengano sanzionati se scoperti a disfarsi della spazzatura, ed invece quando il colpevole è chi dovrebbe occuparsi di ripulire le strade, lasciando lerciume ai bordi per giorni, non viene preso nessun provvedimento. “E’ un controsenso, per la serie  <Da che pulpito viene la predica>.”

 Stessa cosa per quanto riguarda il problema buche. Non sono pochi inoltre i lettori che ci hanno segnalato ingenti danni alle proprie auto, sporgendo denuncia e chiedendo un rimborso spese subiti. Effettivamente in moltissime, forse la maggior parte, delle strade di Rosarno, tra cui la principale Via Nazionale, è davvero impossibile percorrere due metri senza ritrovarsi a dover rallentare, a volte quasi fermarsi per evitare di prendere in pieno le innumerevoli buche, causando spesso incidenti. Insomma vuoi o non vuoi a Rosarno, per camminare  e procedere illeso senza danni fisici e materiali, devi attrezzarti di un carro armato, prossimamente acquistabile presso lo stesso negozio, che qualche tempo durante le alluvioni ed il maltempo, su Facebook proponeva di vendere canoe e pedalò, per superare le vie del paese.