Scuole chiuse in Calabria: protesta dei genitori

198

Questa mattina a Cosenza alunni, genitori e parte del personale scolastico, hanno protestato contro la decisone del presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì di chiudere le scuole nonostante la Calabria sia in zona gialla.

Il provvedimento in vigore da oggi riguarda le scuole di ogni ordine e grado comprese le scuole dell’infanzia a esclusione di nidi e micronidi.

Massimo Ciglio dirigente scolastico dell’istituto comprensivo via Roma/Spirito Santo – ha dichiarato:
“La didattica a distanza non è scuola, non è formazione e non è educazione per i nostri ragazzi. Questo provvedimento, secondo noi, è iniquo perché da settembre ad oggi abbiamo rilevato solo 12 casi portati da fuori, segno che i dispositivi e le misure di sicurezza prese funzionano.
Non sappiamo su quali dati il provvedimento è stato preso, ovviamente – ha aggiunto – come scuola lo rispettiamo, ma siamo felici che i genitori abbiano reagito organizzando questa forma di protesta perché la scuola deve essere fatta in presenza”.

Articolo precedente Uccide la figlia di 2 anni e tenta il suicidio
Articolo successivoCOVID- Lockdown locali sempre più diffusi: ipotesi ulteriori misure restrittive