Segregata in casa e violentata da padre e zio per mesi

Due uomini, un 53enne e un 46enne sono stati arrestati nella mattinata di ieri, dagli agenti del Commissariato di Olbia con l’accusa di violenza sessuale. Per mesi infatti, avrebbero rinchiuso in una casa una ragazza, con problemi di salute, e abusato della stessa. Protagonisti della squallida vicenda, sono il padre e lo zio della giovane. Secondo quanto accertato dalla polizia, la donna nel periodo da dicembre 2014 fino all’aprile 2015 è stata tenuta segregata in una casa, dove ha subito violenze quotidiane, ed è stata costretta inoltre, ad assumere  farmaci e droghe. Il 4 aprile scorso la ragazza dopo essere riuscita a fuggire, ha raccontato tutto ad alcuni conoscenti, da li sono poi partite le indagini che hanno portato all’arresto dei due uomini.