Spara e uccide l’amico durante una battuta di caccia al cinghiale

1525

Un Tragico incidente di caccia è avvenuto a Teano, nel Casertano, dove un 57enne è morto dopo essere stato colpito alla schiena da un fucilata sparata da un compagno di battuta di 76 anni.

L’episodio è avvenuto qualche giorno fa.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della stazione di Teano, e da quelli della compagnia di Capua, il 55enne, imprenditore edile, era partito per una battuta di caccia al cinghiale con un gruppo di circa una decina di cacciatori; tutti i partecipanti alla caccia sembra fossero distanziati gli uni dagli.

Il 76enne avrebbe sparato con un fucile caricato a pallettoni nella stessa direzione dell’uomo. Quando questi è si è accasciato, gli amici lo hanno portato al pronto soccorso dell’ospedale di Sessa Aurunca, dove è deceduto. Il 118 ha quindi informato i carabinieri, da cui si era intanto presentato il cacciatore 76enne, sotto choc, per spiegare cosa fosse accaduto. “Ho sparato io, non l’ho visto” ha detto disperato.
L’uomo, un cacciatore esperto, è stato indagato per omicidio colposo. Nei prossimi giorni si terrà l’autopsia sul corpo di De Francesco.
Le indagini comunque proseguono per accertare l’esatta dinamica.

Articolo precedente Schiacciato da un cancello: muore 55enne
Articolo successivoNdrangheta – sequestrate oltre 4 tonnellate di cocaina: 36 arresti