Taurianova, seminario Alfonso Femia – Mediterranei Invisibili. Architetture in un mondo fluido”,

Un grande evento promosso dal Comune di Taurianova, dall’Ordine degli Architetti e dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Reggio Calabria, in programma Giovedì 7 giugno 2018 alle ore 17.30 presso la Sala del Consiglio comunale.

Ospite d’onore Alfonso Femia, fondatore e amministratore unico di Atelier(s) Alfonso Femia (AF517). 

Nato a Taurianova il 7 Dicembre del 1966, laureato presso l’Università di Genova – Facoltà di Architettura nel 1992, Alfonso Femia ha insegnato Progettazione Architettonica alla Kent State University di Firenze, alla Facoltà di Architettura di Ferrara e di Genova. Oggi è visiting professor nelle principali università italiane e internazionali. Dal 2007, con la creazione dell’agence di Parigi, sviluppa i temi del progetto in un “atelier” composto da tre luoghi caratterizzati dall’identità delle tre città, Genova, Milano e Parigi, dove un team multidisciplinare lo anima come un unico luogo di progetto e si nutre delle differenti caratteristiche e esperienze delle tre città.

Tra i suoi più importanti progetti, i Docks di Marsiglia, le Officine Grandi Riparazioni Ferroviarie di Torino, la Torre orizzontale di Milano, i Frigoriferi Milanesi, il complesso residenziale ad Asnières-sur-Seine, la sede BNL-BNP Paribas di Roma.

Curatore del numero monografico 50/2018 della prestigiosa rivista di architettura e design IQD, che sarà presentato anche in occasione dell’incontro a Taurianova.

Il Seminario previsto nella cittadina pianigiana, dal titolo “Alfonso Femia – Mediterranei Invisibili. Architetture in un mondo fluido”, prenderà le mosse dall’idea di architettura proposta da Femia, che si fonda su una triade concettuale: generosità, corpo, meraviglia. «Ognuno di noi, da bambino, scopre il mondo attraverso il proprio corpo – afferma a questo proposito il noto e pluripremiato architetto – libero in una sequenza di azione e reazione, di sincera generosità ad abbandonarsi alle cose e a scoprire attraverso lo stupore e la meraviglia il mondo che ci circonda e le persone che lo riempiono. L’architettura è spazio e percorsi che lo attraversano, è sequenza e ritmo, è scrittura e lettura, è interno ed esterno, è percezione ed emozione, è intimità e dimensione collettiva. L’architettura pertanto deve ritornare a rimetterci in connessione con questo momento importante della nostra vita che non ci ricordiamo ma che è la parte fondativa di noi tutti».

Curatore del numero monografico 50/2018 della prestigiosa rivista di architettura e design IQD.

All’incontro, dopo i saluti istituzionali del sindaco di Taurianova, Fabio Scionti, del presidente dell’Ordine degli Architetti della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Domenico Condelli, interverranno – moderati da Salvatore Greco, consigliere Ordine degli architetti della Città Metropolitana di Reggio Calabria – Michelangelo Pugliese, architetto esperto in architettura dei parchi e dei giardini ed assetto del territorio, Filomena Scarpati, giornalista e Paolo Malara, consigliere nazionale Ordine degli architetti.

Dopo il convegno, aperitivo con degustazione di prodotti tipici a cura di aziende del territorio.

La partecipazione al Seminario prevede il riconoscimento di due crediti formativi per gli iscritti all’Ordine degli Architetti e dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Reggio Calabria.