Tenta di salvare il suo cane caduto in un pozzo: muore 20enne

1079

Tragedia nella serata di domenica in Sardegna, precisamente a San Teodoro, dove un ragazzo 20enne è morto mentre tentava di salvare il proprio cane, precipitato in un pozzo.

Il giovane non ha esitato a spingersi in fondo al pozzo con una scala per salvare il suo cane, non riuscendo però nell’intento e perdendo la vita insieme all’animale.

A dare l’allarme è stata la madre del giovane che, non avendolo visto nella sua camera, ha subito chiamato i carabinieri mentre il marito era uscito presto di casa per cercarlo. L’uomo aveva notato il giubbotto e il cellulare del ragazzo proprio accanto al pozzo ma di lui, caduto a sei metri di profondità e coperto da tre metri d’acqua, non vi era alcuna traccia. Una circostanza che ha fatto pensare subito alla tragedia. Immediato l’arrivo dei vigili del fuoco del distaccamento di Siniscola e dei sommozzatori del comando provinciale di Sassari, che hanno avvistato il cadavere in fondo al pozzo.

Su disposizione della pm della Procura di Nuoro, Ilaria Bradamante, i pompieri hanno provveduto a prosciugare il pozzo con le idrovore e a recuperare il corpo del ragazzo. Il cane, invece, era stato recuperato poco prima, anch’esso privo di vita. Sul posto, durante le operazioni di recupero, sono arrivati anche i carabinieri della Compagnia di Siniscola e della Stazione di San Teodoro, il medico legale e anche un’ambulanza con a bordo i medici del 118 che non è servita, però, a salvare il ragazzo, morto diverse ore prima. Le operazioni di recupero sono terminate verso le 15. Dopo che il medico legale, da un primo esame esterno sul corpo della vittima ha accertato che si è trattato con tutta probabilità di un incidente, la pm non ha disposto altri accertamenti e ha restituito la salma ai familiari per il funerale.

 

Articolo precedente Calabria: si rovescia motocoltivatore, muore uomo
Articolo successivoMaltempo Calabria – pioggia e vento, nevicate in Sila e su cime Gambarie