The Good Mothers, Giuseppina Pesce diffida la serie sulle donne di ‘ndrangheta

1475

Dopo due giorni della messa in onda delle serie “The good mothers”, in onda su Disney+, Giuseppina Pesce, una delle protagoniste delle vicende, lamenta di non aver concesso alcuna liberatoria a Disney+, e si oppone alla narrazione che si fa della sua storia, diffidando le case di produzione e l’emittente dalla messa in onda.

Michela Scafetta, avvocato che assiste la donna, ha reso noto che The Good Mothers è prodotta e distribuita senza alcun tipo di autorizzazione. Ecco quanto comunicato:

“Dal 5 aprile 2023 è uscita la serie TV “The Good Mothers” trasmessa sul canale Disney+, la quale narra della storia di Giuseppina Pesce e dei suoi 3 figli, una dei quali minorenne. La storia di una donna che ha collaborato con la giustizia, in relazione alle note vicende della ‘Ndrangheta calabrese. La serie TV è stata mandata in onda senza alcuna previa richiesta ed acquisizione di consenso da parte della signora Pesce. A ciò si aggiunga che la signora Pesce si dissocia dalla narrazione della vicenda, in particolar modo per quel che attiene al contenuto dei primi 3 episodi, ove viene riprodotto un personaggio che nulla ha a che vedere con la storia reale della protagonista e con il suo vissuto all’interno della sua famiglia di origine. Peraltro, il padre della signora Pesce viene descritto come un orco e ciò non corrisponde al vero, essendo lo stesso stato sempre amorevole con la figlia e figura di riferimento per la stessa. Atteso il contenuto della serie, la mia assistita ha già diffidato le case di produzione e l’emittente dalla messa in onda della serie tv ed in ogni caso si riserva di agire nelle opportune sedi per il ristoro dei diritti ingiustamente violati».

 

 

Articolo precedente Fermato in auto con 5 kg di cocaina, arrestato
Articolo successivoOcchiuto lancia Sanibook, portale per segnalazioni disservizi sanità