Uccide la compagna, la madre e la sorella della ragazza perchè non voleva cucinare

John Matthews, un 25enne statunitense ha ucciso la giovane compagna, la madre e la sorella della giovane donna per futili motivi facendo una strage in casa.

L’uomo ha ucciso la madre di suo figlio, la 24enne Shonta Harris, sua sorella Jasmine Neal, 27 anni, e la madre Frances Neal, 56 anni, nella loro casa di Chicago, dopo una lite con la compagna che si era rifiutata di cucinare per lui e di sistemargli i capelli.

Al rifiuto della donna, il 25enne l’ha aggredita in maniera violenta scagliandosi poi anche con il resto della famiglia che era accorsa in aiuto. Matthews, all’arrivo delle donne, ha estratto una pistola e ha fatto fuoco sulle due, uccidendole. Infine è rientrato in casa e ha sparato anche alla compagna. Quest’ultima, gravemente ferita, è morta nel settembre scorso dopo alcune settimane di agonia in ospedale. Subito dopo la strage l’uomo è scappato rifugiandosi in Iowa dove infine è stato arrestato dopo un incidente stradale. È stato incriminato dopo essere stato estradato a Chicago lo scorso giovedì.