Volevano “sangue no vax” per trasfusioni figlio, tolta potestà genitoriale

131

Il tribunale per i minorenni di Bologna ha sospeso provvisoriamente la potestà genitoriale ai genitori del bimbo del Modenese che per motivi religiosi vogliono che il sangue delle trasfusioni necessarie a un intervento chirurgico, per curarlo da una cardiopatia, non venga prelevato da vaccinati contro Covid-19.

Il 2 febbraio la Procura per i minorenni aveva presentato ricorso.

A quanto si apprende, è stato nominato tutore il servizio sociale competente per territorio. Nei giorni scorsi il giudice tutelare di Modena aveva accolto le ragioni del policlinico Sant’Orsola sulla necessità dell’intervento e sulla sicurezza del sangue.

Articolo precedente Focolaio COVID nel carcere di Vibo: più di 80 detenuti positivi
Articolo successivoSospesa esecuzione tamponi in 5 farmacie del reggino