Zappia con una doppietta e Zerbonia decidono il Derby della Piana

Come al solito è sempre lui a decidere la partita, il bomber Zappia con la sua doppietta e l’assist per il gol di Zerbonia portano al successo la Nuova Rosarnese. Ovviamente è stata la partita degli ex con Cisterna e Oliveri questa volta in casacca amaranto e Collia in casacca giallorossa. Ma è stato anche il derby delle assenze di giocatori importanti per entrambe le squadre, con Mercuri e Gallo per la Nuova Rosarnese e Sgambetterra, Rizzo e Viola per il San Ferdinando, penalizzando molto gli ospiti per tutte queste assenze. Ormai si sa da decenni che i derby sono sempre importanti, soprattutto sotto l’aspetto della rivalità e della competizione fra le formazioni che scendono in campo, ed hanno un valore inestimabile vincere una partita del genere. Alla fine però ha la meglio la Nuova Rosarnese che nonostante abbia giocato un primo tempo sotto ritmo, merito anche di un buon San Ferdinando che ha giocato un bel calcio mettendo un po’ in difficolta i padroni di casa, ma i giallorossi nella ripresa crollano nella bolgia amaranto.

Partono bene entrambe le squadre con l’intento di chiudere subito la partita, ma gioca meglio il San Ferdinando, che disputa un ottimo primo tempo rischiando pochissimo nella sua area, cosa che non riesce alla Nuova Rosarnese che si trova un po’ in difficoltà sulle fasce, soprattutto quella occupata dal giovane Condello che crea non pochi problemi alla difesa amaranto, e con Annaccarato che padroneggia a centrocampo con la sua tecnica e velocità. Ed è proprio da Condello che arriva la prima occasione pericolosa per la compagine giallorossa, il quale riceve un assist da Caratozzolo, colpendo violentemente il pallone che va a finire sul secondo palo difeso da Sgrò. Superato questo spauracchio la formazione amaranto cerca di rispondere allo squillo di Condello, ma nel frattempo esce Zangari per infortunio al ginocchio e al suo posto entra Muscatello. Continua l’avanzata amaranto e a due minuti dal termine trova la prima occasione utile con Zappia che calcia di poco a lato il pallone ricevuto da Matalone, terminando la prima frazione in parità.

La ripresa cambia aspetto, con la Nuova Rosarnese che effettua subito il cambio, buttando nella mischia Galati, al posto di Oliveri con l’intento di ribaltare la partita. E si fa subito pericoloso al 47’ con un tiro da fuori area che va a finire centralmente sul portiere. Gli ospiti reagiscono come possono, ma gli amaranto sembrano rivitalizzati dall’ingresso di Galati, e continuano a mantenere il possesso palla e trovare il varco giusto per passare in vantaggio, ed infatti al 63’ un lancio dalla tre quarti giallorossa di Cisterna, arriva sui piedi di Zappia che con un tap-in beffa Scarfò. Passano solo cinque minuti e Galati tenta un siluro da 25 metri, ma viene smanacciato dal portiere avversario sul fondo; sulla stessa azione sempre Galati batte l’angolo e serve perfettamente Quaranta, staccando di testa sopra la traversa. Per il San Ferdinando ha il sapore di una disfatta il gol che ha subìto tagliando le gambe ai ragazzi di mister Sorace, e al 73’ ecco servita la doppietta del bomber amaranto Zappia, che approfitta di un errore dei centrali di difesa e si trova sui piedi la palla del raddoppio spedendo il pallone alla sinistra di Scarfò. Esce solo nei dieci minuti finali la squadra giallorossa che ormai si vede affondata, ma ci prova comunque con Pirrottina da 25 metri, ma senza sorprendere Sgrò. Ultimi cinque minuti di gioco dove il protagonista assoluto è Zappia che all’ 85’ ci prova dal limite piazzando la palla a destra, ma viene respinta da Scarfò, e dopo alcuni secondi, sempre Zappia duetta con Zerbonia per oltre 30 metri e alla fine l’attaccante amaranto firma il tris finale mandando in visibilio i propri tifosi.

Con questo derby la Nuova Rosarnese pareggia i conti contro il San Ferdinando nei sei derby disputati finora, che citano due vittorie per parte e due pareggi. Però questa vittoria fa comodo agli amaranto per la classifica balzando al quarto posto in solitario, vista la sconfitta casalinga del Caulonia contro la capolista Cittanovese per 3-0, trovandosi ad un punto dal terzo posto occupato dal San Giuseppe, e a 6 punti dal secondo occupato dall’Aurora Reggio. Invece questa battuta d’arresto per il San Ferdinando è un po’ pesante per la corsa playoff visto che la Laureanese ha vinto. Prossime avversarie per le due squadre sono proprio la Laureanese per gli amaranto, e il Real Gioia per i giallorossi.

Francesco Tripodi

NUOVA ROSARNESE – SAN FERDINANDO   3 – 0

NUOVA ROSARNESE: Sgrò 6.5, Matalone 6.5, Cisterna 7 (29’st Marafioti 6), Ferraro 7, Condoluci 7, Zangari 6 (39’pt Muscatello 6.5), Zungri 6.5, Quaranta 6.5, Oliveri 6.5 (1’st Galati 7), Zerbonia 7, Zappia 8.

In panchina: Giovinazzo, Meliadò, Arruzzolo, Tortora. Allenatore: Larosa-Zungri.

SAN FERDINANDO: Scarfò 5.5, Papalia 5, Collia 5.5, Caratozzolo 6, Russotti 5.5, Campisi 6, Cambareri 5.5, Annaccarato 6, Raso 5.5, Pirrottina 5.5, Condello 6.

In panchina: Condina, Costa, Lo Iacono P., Mazzeo. Allenatore: Sorace.

ARBITRO:Longo di Paola 6.

MARCATORI: 18’st e 28’st Zappia, 41’st Zerbonia.

NOTE: Ammonito Papalia (SF). Spettatori 350 circa. Angoli 5-0 Nuova Rosarnese. Recupero 1’ e 4’.