Muratore calabrese fa sesso con prostituta, non soddisfatto chiede rimborso e la aggredisce

Un muratore calabrese di 26 anni, Salvatore M., da anni residente a Como è stato arrestato dai carabinieri di Trezzano sul Naviglio e processato per direttissima con le accuse di rapina e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo ieri sera era a bordo di una Mazda con altri 3 amici quando ha abbordato una prostituta ucraina e accordando una prestazione a prezzo pattuito di 35 euro. Dicendo di non essere soddisfatto della prestazione il giovane ha preteso il rimborso  da parte della ragazza e non ottenendolo ha rapinato e aggredito  l’ucraina fuggendo con il suo cellulare. La donna ha subito allertato i carabinieri che giunti sul posto hanno individuato in pochi minuti l’auto del 26 enne e gli amici in un piazzale a ridosso dello svincolo della tangenziale. L’arrestato si stava nascondendo dietro ad un cancello pubblicitario, ha tentato di resistere sferrando calci e pugni per poi arrendersi. Il giovane, con precedenti per reati contro il patrimonio, è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora.