Aspromondo, presentato il progetto che lega arte e natura: Gambarie con 10 opere in più

26

Presentato il nuovo progetto che coniuga arte e natura. Dal 7 al 16 agosto a Santo Stefano in Aspromonte.

 

È stato presentato ieri mattina all’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, il progetto pilota di residenza artistica ideato e coordinato dallo studio Galadesign.it nato in sinergia tra Comune di Santo Stefano in Aspromonte e Accademia di Belle Arti.

 

Si tratta di una residenza per artisti che avrà luogo all’interno dell’Ex Vivaio Forestale Cucullaro, a Santo Stefano in

Aspromonte dal 7 al 16 agosto 2021.

 

Le residenze artistiche sono luoghi che offrono ospitalità a tutti quegli artisti che desiderano dedicarsi o condividere un

progetto. Si tratta di spazi creativi che danno agli artisti l’opportunità di entrare in contatto con esperienze, luoghi, culture e modi di fare arte differenti.

 

Scopo principale di Aspromondo è parlare di arte e natura attraverso 10 installazioni realizzate da altrettanti artisti

provenienti da diverse Accademie di Belle Arti e dal circuito artistico italiano.

 

Le opere prodotte verranno ed installate in diversi punti del Comune di Santo Stefano in Aspromonte.

 

Il progetto ha tra le sue finalità quella di raccogliere le esperienze artistiche che hanno come ricerca la natura e la connessione tra arte, creatività e cultura; e segna l’inizio di una nuova opportunità per questo territorio.

 

Gli artisti ospiti di questa prima esperienza di Aspromondo sono 10, di cui 9 master; artisti già conosciuti ed individuati dal direttore artistico, Paolo Genoese ed un artista junior, con la collaborazione di un gruppo di studenti dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria.

 

Aspromondo è un lungo periodo di condivisione rigenerante, un’esperienza di immersione naturale tra i profili montani e

le suggestioni ancestrali del Geoparco Aspromonte, nella splendida cornice dell’Ex Vivaio Forestale Cucullaro, di Santo

Stefano d’Aspromonte.

 

Durante la conferenza stampa di presentazione, moderata dal giornalista Vincenzo Comi, direttore di CityNow.it, il direttore Genoese ha spiegato:

 

“E’ un evoluzione naturale del FACE. Aspromondo è diviso in tre diversi percorsi: percorsi di escursione artistica le installazioni nel bosco – prodotte con materiale stagionale del luogo, percorsi di produzione artistica le residenze – spazi abitabili dove si progetta e produce arte, i laboratori della bellezza i workshop-evento per tutte le età – eventi produttivi con gli artisti residenti”.

 

Presenti alla conferenza stampa, anche il direttore dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, Daniela Maisano e il sindaco di Santo Stefano in Aspromonte, Francesco Malara.

 

“Attraverso Aspromondo, la politica riesce ad immaginare, sognare e vedere le cose prima per poi realizzarle. La politica deve poter imparare dall’arte. Con Aspromondo vogliamo rilanciare ancora una volta il territorio e farlo conoscere utilizzando le 10 opere come decoro urbano ed attrazione turistica”.

 

Per tutte le info il programma di Aspromondo è consultabile sul sito web del FACE festival.

 

Noi ci proviamo: cerchiamo di migliorare ciò che abbiamo trovato, vivendolo sostenibile.

Articolo precedente Da oggi 6 agosto Green Pass obbligatorio
Articolo successivoTitolare palestra: “Qui non chiediamo green pass per entrare”