Calabria – anziano ucciso e bruciato: arrestato presunto autore

952

Un uomo Maurizio Vinci, 38 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Trebisacce in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere perché ritenuto il presunto autore dell’omicidio di Rocco De Paola, un ottantaquattrenne di Trebisacce il cui cadavere venne trovato avvolto dalle fiamme nella tarda serata del 4 dicembre scorso in via Zara, nel centro abitato della cittadina dell’Alto Ionio Cosentino.

Il trentottenne è ritenuto dagli inquirenti gravemente indiziato dell’assassinio e della successiva distruzione del corpo di Rocco De Paola, conosciuto con il soprannome di “Parigino”.

La vicenda della morte dell’anziano, apparsa inizialmente come morte accidentale ha assunto successivamente i connotati di un delitto. Le attività investigative, coordinate dalla Procura di Castrovillari, avrebbero consentito di far luce sugli eventi di quella sera di inizio dicembre. Fondamentali sono risultate le analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza installati in un’attività commerciale nei pressi dell’abitazione di De Paola. Le riprese avrebbero consentito di riprendere il presunto omicida mentre recava più volte nelle vicinanze dell’abitazione del De Paola per poi allontanarsi poco prima della mezzanotte quando le fiamme stavano cominciando a divorare il corpo della vittima. Un apporto ulteriore, secondo gli inquirenti, è giunto dai risultati dell’esame autoptico che hanno consentito di accertare la presenza di una ferita lacero-contusa sulla testa dell’anziano, ritenuta compatibile con l’utilizzo di un corpo contundente. Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, l’omicida avrebbe dapprima colpito più volte alla testa il De Paola e, vedendolo esanime, avrebbe appiccato il fuoco utilizzando dei cartoni che si trovavano all’interno dell’abitazione.

Articolo precedente Molestie in un liceo in Calabria – avviata ispezione
Articolo successivoRosarno – l’impegno di RoPAM, Rosarnesi per il Parco archeologico Antica Medma