Calabria – Bandiera blu 2024: new entry Parghelia

67

Sono 20 in Calabria – una in più rispetto alle 19 dell’anno scorso – le località balneari che potranno fregiarsi della Bandiera Blu 2024, il riconoscimento internazionale assegnato dalla Fee (Foundation for Environmental Education) ai Comuni rivieraschi e agli approdi turistici.

La regione, con la new entry Parghelia, centro costiero in provincia di Vibo Valentia che vede premiate le spiagge Costa dei Monaci/Bordila, La Grazia/Vardano, Michelino e La Tonnara, si pone al terzo gradino del podio nazionale per numero di vessilli, a pari merito con la Campania, dopo la Liguria al top con 34 e la Puglia (24).

A livello provinciale titoli confermati in provincia di Cosenza per Tortora (La Pineta/Fiume Noce)

Praia a mare (Camping Internazionale/ Punta Fiuzzi)

San Nicola Arcella (Arcomagno/Canale Grande Marinella)

Santa Maria del Cedro (Chiatta in Ferro – Abatemarco)

Diamante (Diamante Nord Cirella, Scogliera Cirella, Pietrarossa)

Rocca Imperiale (Marina di Rocca Imperiale)

Roseto Capo Spulico (Lungomare); Trebisacce (Lungomare Sud Riviera dei Saraceni – Viale Magna Grecia)

(Villapiana Scalo, Villapiana Lido)

Nel crotonese passano l’esame Cirò Marina (Punta Alice, Cervara/ Madonna di Mare)

Melissa (Litorale Torre Melissa)

Isola Capo Rizzuto (Le Castella)

Per il catanzarese confermate Sellia Marina (Località Ruggero/San Vincenzo – Sena/Jonio – Rivachiara)

Catanzaro (Giovino) e Soverato (Baia Dell’Ippocampo).

Oltre alla matricola Parghelia, la bandiera blu continua a sventolare a Tropea (Marina del Convento, Marina dell’Isola, Rocca Nettuno) mentre per il reggino confermate Caulonia (Lido)

Roccella Ionica (Lido)

Siderno (Litorale)

In Calabria segnalati anche due approdi turistici: il Porto delle Grazie di Roccella Jonica e la Darsena Turistica del Porto di Cetraro.

Articolo precedente Alone solare – il fenomeno raro visto da Rosarno
Articolo successivoDeflagrazione in un cucinotto causata da fuga di gas – due persone ferite