COVID – ad Acquaro tornano le restrizioni e mascherine all’aperto. In quarantena 170 persone dopo matrimonio

583

Giuseppe Barillaro, sindaco di Acquaro, nel vibonese, ha emesso un’ordinanza per il contenimento della diffusione del Covid dopo che i casi attivi sul territorio sono arrivati a 20. A preoccupare, in particolare, la positività di uno sposo, in occasione del proprio matrimonio celebrato nei giorni scorsi, al test antigenico per come annunciato dallo stesso sul proprio profilo Facebook, dopo un consulto con il primo cittadino, per informare i molti invitati alla cerimonia.

Dopo un vertice con le autorità sanitarie è emersa la necessità di predisporre una quarantena fiduciaria per tutti gli invitati (circa 170 persone) almeno fino al 6 settembre mentre sarebbe allo studio da parte dell’Asp vibonese l’organizzazione di una drive in day ad Acquaro per l’effettuazione di uno screening di massa.
Il sindaco ha precisato di aver emesso un’ordinanza in vigore da oggi e fino al 6 settembre compreso, che prevede “l’obbligo di mascherina anche all’aperto, la chiusura al pubblico su tutto il territorio comunale delle strade e delle piazze dove si possono creare situazioni di assembramento, per tutta la giornata, fatta eccezione la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali e alle abitazioni private, la sospensione di tutte le celebrazioni religiose (i funerali si svolgeranno nelle modalità previste e disciplinate al tempo del lockdown), il divieto di vendita per gli ambulanti, la chiusura del mercato settimanale”.

Articolo precedente Pizza e cocaina – arrestato pizzaiolo 38enne
Articolo successivoAgguato nella notte – 32enne raggiunto da 4 colpi di pistola