La Procura di Locri chiede archiviazione per Ministro Lanzetta

La Procura della Repubblica di Locri ha chiesto l’archiviazione di Carmela Maria Lanzetta, attuale ministro per gli Affari regionali, indagata per abuso d’ufficio nella sua qualità di ex sindaco di Monasterace. La richiesta d’archiviazione,  è stata firmata dal procuratore di Locri Luigi D’Alessio e presentata all’ufficio gip alcuni giorni fa.  L’inchiesta in cui era indagata la Lanzetta, si riferisce ad un appalto per l’acquisto di pali dell’illuminazione pubblica per un valore di circa 230 mila euro. A far partire le indagini era stata una denuncia di alcuni consiglieri di minoranza. Sarà ora il gip di Locri a decidere sulla richiesta della Procura. Maria Carmela Lanzetta, che da anni vive sotto scorta per le intimidazioni subite quando era sindaco, si era dimessa nel luglio scorso per protesta contro il voto contrario di un assessore in merito alla costituzione di parte civile contro alcuni indagati in un procedimento penale a carico di un dipendente comunale accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Nell’occasione la Lanzetta denunciò di essere stata lasciata sola dalle istituzioni. In precedenza, nell’aprile2012, aveva già annunciato le dimissioni dopo alcuni colpi di pistola sparati contro la sua auto e l’incendio della sua farmacia. Fu l’allora segretario del Pd, Pierluigi Bersani, a convincerla a ritirare le dimissioni dopo un incontro a Monasterace.

La Procura della Repubblica di Locri ha chiesto l’archiviazione di Carmela Maria Lanzetta, attuale ministro per gli Affari regionali, indagata per abuso d’ufficio nella sua qualità di ex sindaco di Monasterace. La richiesta d’archiviazione, di cui parlano oggi i quotidiani locali, è stata firmata dal procuratore di Locri Luigi D’Alessio e presentata all’ufficio gip alcuni giorni fa.  L’inchiesta in cui era indagata la Lanzetta, si riferisce ad un appalto per l’acquisto di pali dell’illuminazione pubblica per un valore di circa 230 mila euro. A far partire le indagini era stata una denuncia di alcuni consiglieri di minoranza. Sarà ora il gip di Locri a decidere sulla richiesta della Procura. Maria Carmela Lanzetta, che da anni vive sotto scorta per le intimidazioni subite quando era sindaco, si era dimessa nel luglio scorso per protesta contro il voto contrario di un assessore in merito alla costituzione di parte civile contro alcuni indagati in un procedimento penale a carico di un dipendente comunale accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Nell’occasione la Lanzetta denunciò di essere stata lasciata sola dalle istituzioni. In precedenza, nell’aprile2012, aveva già annunciato le dimissioni dopo alcuni colpi di pistola sparati contro la sua auto e l’incendio della sua farmacia. Fu l’allora segretario del Pd, Pierluigi Bersani, a convincerla a ritirare le dimissioni dopo un incontro a Monasterace. (ANSA). – See more at: http://catanzaro.weboggi.it/Cronaca/38286-La-Procura-di-Locri-chiede-l%27archiviazione-per-Lanzetta%3A-era-indagata-per-abuso-d%27ufficio#sthash.1RdPxn7p.dpuf
La Procura della Repubblica di Locri ha chiesto l’archiviazione di Carmela Maria Lanzetta, attuale ministro per gli Affari regionali, indagata per abuso d’ufficio nella sua qualità di ex sindaco di Monasterace. La richiesta d’archiviazione, di cui parlano oggi i quotidiani locali, è stata firmata dal procuratore di Locri Luigi D’Alessio e presentata all’ufficio gip alcuni giorni fa.  L’inchiesta in cui era indagata la Lanzetta, si riferisce ad un appalto per l’acquisto di pali dell’illuminazione pubblica per un valore di circa 230 mila euro. A far partire le indagini era stata una denuncia di alcuni consiglieri di minoranza. Sarà ora il gip di Locri a decidere sulla richiesta della Procura. Maria Carmela Lanzetta, che da anni vive sotto scorta per le intimidazioni subite quando era sindaco, si era dimessa nel luglio scorso per protesta contro il voto contrario di un assessore in merito alla costituzione di parte civile contro alcuni indagati in un procedimento penale a carico di un dipendente comunale accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Nell’occasione la Lanzetta denunciò di essere stata lasciata sola dalle istituzioni. In precedenza, nell’aprile2012, aveva già annunciato le dimissioni dopo alcuni colpi di pistola sparati contro la sua auto e l’incendio della sua farmacia. Fu l’allora segretario del Pd, Pierluigi Bersani, a convincerla a ritirare le dimissioni dopo un incontro a Monasterace – See more at: http://catanzaro.weboggi.it/Cronaca/38286-La-Procura-di-Locri-chiede-l%27archiviazione-per-Lanzetta%3A-era-indagata-per-abuso-d%27ufficio#sthash.N0dyhI6m.dpuf