Migranti soccorsi – trovato morto neonato di 20 giorni

52

Il cadavere di un neonato di 20 giorni originario della Costa d’Avorio è stato trovato su un barchino soccorso al largo di Lampedusa nel gruppo di migranti che stavano viaggiando verso l’Italia.

La salma è stata trovata dai militari della Capitaneria quando hanno agganciato e soccorso, stanotte, il barchino con a bordo 36 persone, fra cui 9 donne e 2 minori.

Sul natante, anche due persone ustionate.

I medici, presenti al molo Favarolo durante lo sbarco dei migranti, hanno effettuato un’ispezione sul corpo del neonato e hanno riferito che il decesso corrisponde a quanto dichiarato dalla madre al momento del soccorso: il piccolo soffriva di problemi respiratori.

La ‘traversata della speranza’ del bambino era iniziata da Mahres in Tunisia. Il neonato, infatti, partito con la mamma di 19 anni (mentre il padre è rimasto in Tunisia), aveva sofferto di disturbi respiratori e i genitori speravano di arrivare in Italia per riuscire a farlo curare.

 

Articolo precedente Consorzio di tutela e valorizzazione Olio di Calabria IGP: avviato il periodo della raccolta e della molitura delle olive
Articolo successivoSanità vibonese allo stremo, i consiglieri regionali Raffaele Mammoliti e Antonio Lo Schiavo chiedono la convocazione di una seduta ad hoc della Terza commissione