Palmi: successo per “Nirvana”, l’antologia postuma di Giacomo Barbalace

192

Palmi: successo per “Nirvana”, l’antologia postuma di Giacomo Barbalace

Sabato sera, al Belvedere Suriano di Palmi si è tenuta la presentazione del libro “Nirvana”, opera postuma di Giacomo Barbalace, il giovane Avvocato ed artista rosarnese venuto a mancare tragicamente nell’estate del 2020, che proprio il 31 luglio avrebbe compiuto trentadue anni.

La raccolta di poesie, pubblicata da Albatros Il Filo, è stata presentata – nell’ambito delle manifestazioni estive patrocinate dal Comune di Palmi – su iniziativa dell’AIGA (Associazione Italiana Giovani Avvocati) e dell’Associazione Maestrale.

Il partecipatissimo incontro è stato introdotto e moderato dall’Avv. Antonio Papalia, Presidente di Maestrale, con l’intervento dell’Avv. Mariano Parisi, Presidente della sezione palmese dell’AIGA, cui Giacomo Barbalace aveva aderito divenendo immediatamente un socio attivo e componente del Direttivo.

È, inoltre, intervenuto l’Avv. Antonino Parisi che, da Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palmi, ha inteso ricordare le doti umane e professionali dello sfortunato autore.

Di assoluto rilievo la relazione della Professoressa Lilla Sturniolo, autrice della nota biografica del libro ed autentico punto di riferimento in vita per Giacomo Barbalace.

In “Nirvana”, traspare il suo dire poetico, il mistero dell’amore intrecciato – quasi profeticamente – al destino ed alla morte, l’amore verso la sua terra, la fede e l’amore verso la sua compagna, definita in un passo poetico struggente come “Savana”.

La manifestazione è stata fortemente voluta dall’Avv. ZelmiraBarbalace, sorella di Giacomo, il cui intervento ha concluso la manifestazione.

Nel corso dell’evento, alcune poesie sono state affidate alla voce di Annamaria Calderazzo, Avvocato e scrittrice, con l’accompagnamento musicale della Mª Rosita Calderazzo, violinista.

Un ulteriore omaggio poetico è stato reso a Giacomo Barbalacedall’Arch. Wladimiro Maisano.

Infine, dal Belvedere Suriano – adornato dall’estemporanea infiorata realizzata dall’Associazione Ecale e da tre delle opere pittoriche realizzate da Giacomo Barbalace – hanno spiccato il volo alcuni palloncini.

Articolo precedente Gioia Tauro – Carbone: “Ennesimo atto vandalico, l’Amministrazione attivi un laboratorio permanente per arginare il fenomeno”
Articolo successivo“Rosarno nel degrado” gli abitanti lamentano delle condizioni della cittadina: sporca e irriconoscibile