Respinte dimissioni di Pippo Callipo

Il Consiglio regionale della Calabria ha respinto a maggioranza, con 24 ‘No’ e tre ‘Si’ le dimissioni del consigliere Filippo Callipo, capo della minoranza di centrosinistra, industriale nonché candidato alla presidenza per il centrosinistra nelle scorse elezioni regionali.
Nel momento del voto Callipo non era in Aula.
Si vedrà adesso se dopo il voto del Consiglio Callipo confermerà la sua decisione di dimettersi.

Il Presidente del Consiglio  Tallini: “Non è mai accaduto nella storia del regionalismo calabrese che il capo riconosciuto delle opposizioni abbandoni dopo solo quattro mesi la postazione politica e istituzionale a cui lo hanno delegato migliaia di elettori.
Il mio, ovviamente, non è un rimprovero al Cavaliere Callipo che stimo enormemente come uomo e come imprenditore di successo.”

Il consigliere regionale Tassone:”

“L’atto delle dimissioni è una decisione che matura, anzitutto, nella dimensione individuale, sulla quale questo Consiglio nulla può eccepire. Si tratta di un atto che ha un suo significato – anche e soprattutto – sotto il profilo della funzione istituzionale e della rappresentanza politica. Ad oggi, noi per primi, dobbiamo assumerci un onere maggiore per rispettare il ruolo che ci è stato affidato dai cittadini calabresi. E saremmo degli ipocriti se decidessimo di non porci questo problema. Perché, fare delle affermazioni – apprezzabili, condivisibili – che vanno nella direzione di voler aiutare la Calabria a scardinare vecchi schemi e logiche superate dalla realtà storica, ed aprire una stagione di rinascita per questo territorio, comporta delle responsabilità ben precise.”