San Ferdinando all’ITB di Berlino per aprirsi al turismo internazionale

139

Dal 1966 Berlino ospita la più importante rassegna internazionale dedicata al turismo, la ITB (Internationale Tourismus-Börse Berlin).

L’evento, che conta 7.300 espositori da 180 paesi e circa 170.000 visitatori provenienti da tutto il mondo, è sicuramente il più attraente per il turismo internazionale e soprattutto italiano visto che, secondo quanto riportato dall’Istat, i viaggiatori tedeschi costituiscono la maggiore fonte di clientela esterna in termini di volumi.

 

L’Italia, che si propone l’obiettivo di essere “numero uno al mondo” come meta turistica, è stata presente con un maxi-padiglione da 1.400 metri quadrati che ha ospitato oltre 250 imprese del settore.

Anche la Calabria ha avuto il proprio spazio, così come tutte le regioni italiane e vista l’importanza della kermesse, il sindaco di San Ferdinando ha approfittato dell’occasione per promuovere il territorio e far conoscere in un contesto internazionale le opportunità di svago e relax, ma anche culturali, che un soggiorno a San Ferdinando può garantire ai visitatori.

 

Questa iniziativa,  che il sindaco descrive come “una occasione da non perdere per avvicinare i viaggiatori internazionali alle opportunità che il nostro territorio è in grado di offrire: relax, natura, cultura, paesaggio ed enogastronomia, senza dimenticare lo sport e la vacanza attiva in genere,” si inquadra nel più vasto progetto “In Viaggio” che punta a fare di San Ferdinando una destinazione attrattiva, contando anche sui numerosi punti di interesse di cui l’intero comprensorio è ricco.

 

“Non vogliamo limitarci a una proposta campanilistica, anche se San Ferdinando è sicuramente in grado di  un’esperienza completa e appagante ai visitatori, ma intendiamo coinvolgere i turisti in un percorso che li porti a scoprire la tante peculiarità del territorio e a vivere momenti che possano dare le giuste emozioni”, conclude il sindaco.

 

San Ferdinando, situato nella costa tirrenica tra Capo Vaticano e la Costa Viola, è facilmente raggiungibile ed ottimamente collegato ai principali luoghi di interesse per turisti e visitatori in genere. La finalità comune dei diversi progetti in corso, come le giornate FAI di Primavera o il Festival “Visioni Collettive,” è quella di incrementare la reputazione e lo standing di San Ferdinando, di imprimere vigore a una narrazione positiva dei luoghi e di fare dell’ospitalità uno dei principali asset dell’economia cittadina.

 

 

Articolo precedente Steccato di Cutro – recuperati i corpi di altri due bambini
Articolo successivoGiovane migrante sbarcata a Reggio partorisce due gemelli