Uomo trovato carbonizzato ad Alessandria, arrestato un calabrese

 

E’ originario di Tropea il presunto killer di Franco Domenico Belsito, l’imprenditore di Gavi trovato morto all’interno del bagagliaio della sua auto, nella piazza di Lu Monferrato. . Alessandro Loiacono, di 33 anni, residente a Tortona ma nato nella nota località turistica della provincia di Vibo Valentia secondo gli inquirenti avrebbe ucciso Belsito, anche lui di origini calabresi, per una somma di denaro che non è stata restituita. Secondo il provvedimento di fermo di Polizia Giudiziaria l’imprenditore sarebbe stato ucciso a botte o a bastonate

 

Nel corso dell’interrogatorio l’uomo, tra i primi ad essere stato accompagnato in caserma poiché ritenuto molto amico della vittima, nel corso degli interrogatori effettuati dai militari si è più volte “confuso”.

 

Allo stato gli atti sono stati trasmessi al Pubblico Ministero, Fabrizio Givri, che a sua volta li dovrà trasmettere al GIP di Alessandria, e solamente lunedì, dopo l’interrogatorio di Loiacono, accusato dei reati di omicidio e di occultamento di cadavere, ed ai primi esiti dell’esame autoptico, si saprà qualcosa di più preciso.

 

Redazione online