Omicidio Sacchi, l’ombra della ‘ndrangheta?

Potrebbe esserci l’ombra della ‘ndrangheta dietro l’omicidio di Luca Sacchi, il giovane ragazzo 24enne ucciso la sera del 23 ottobre a Roma con un colpo di pistola(LEGGI LA NOTIZIA) mentre si trovava davanti ad un pub.

Le indagini si stanno concentrando anche sui clan calabresi trapiantati a San Basilio. Gli inquirenti sono al lavoro per risalire ad eventuali rapporti tra i ragazzi del quartiere popolare della Capitale vicini alle cosche della ‘ndrangheta calabrese e Paolo Pirino, il 21enne che era alla guida della Smart la sera del delitto, adesso in carcere con accusato di omicidio assieme al coetaneo Valerio Del Grosso.

Come riportato dal Messaggero, “il 21enne sarebbe stato condannato a 3 anni per droga quando era minorenne, e frequenterebbe i rampolli delle cosche di Platì che si sono trasferiti a San Basilio”.