Percorso didattico “DifferenziAMO” per sensibilizzare più piccoli su tema rifiuti

16

Si è svolto con successo, nel pieno rispetto delle normative per il contenimento del rischio da contagio Sars-CoV-2, l’ultimo momento del percorso didattico “DifferenziAMO”, realizzato da alcune insegnati del Plesso di Pratora, I.C. “G.Guzzo” Tiriolo, e in collaborazione con Legambiente Catanzaro, per sensibilizzare i più piccoli sul tema dei rifiuti.

All’evento, accolto con grande entusiasmo dai bambini, ha partecipato il Dr Andrea Dominijanni, Presidente di Legambiente Catanzaro.

Al termine di un percorso che ha coinvolto, per l’intero anno scolastico, la pluriclasse 1^ e 2^ di Pratora con un progetto sulla raccolta differenziata, gli studenti si sono dati appuntamento del giardino del plesso Nicholas Green, per ragionare, insieme al Dr Dominijanni, su come modificare in meglio il proprio contesto territoriale a partire dalla propria scuola. Dopo aver partecipato alla “gara dell’operatore ecologico”, promuovendo il concetto di “cittadinanza attiva” nella pratica, i bambini hanno presentato al Presidente Legambiente Catanzaro il lapbook realizzato in classe, spiegando, con dovizia di particolari, i contenuti dei diversi schemi interattivi inseriti. La mattinata si è conclusa con alcuni canti “eco-friendly”, in cui le voci degli alunni e delle insegnanti sono state accompagnate dal suono della chitarra di una piccola alunna.
Il percorso didattico multidisciplinare, progettato dall’Ins. Stefania Rotella, ha visto coinvolto tutto il team della pluriclasse 1^ e 2^ di Pratora: le Ins. Pasqualina Mazza, referente del Plesso, Caterina Staglianò, Antonella Saladino e Luciana Talarico e l’educatrice Caterina Rania. Hanno partecipato all’iniziativa le ins. Aida Scarpino, Elvira Fristachi e Sarina Danieli, Fortunata Condoleo, Annafranca Mazza le quali hanno contribuito a rendere memorabile questa giornata.
Un grazie speciale va al dr Dominijanni per la sua presenza attenta e la sua disponibilità. Un plauso alla Dirigente Daniela Quattrone che ha permesso e supportato l’iniziativa, fornendo un’occasione in più per arricchire l’offerta didattico-educativa dell’I.C. “G.Guzzo” di Tiriolo.

Articolo precedente Indebita percezione buoni spesa Covid – denunce nel reggino
Articolo successivoCamilla 18enne morta dopo vaccino soffriva di piastrinopenia autoimmune