Regione Calabria, Il Presidente Scopelliti ha presieduto una riunione con i partiti della maggioranza

Si è conclusa a Reggio Calabria una riunione della maggioranza che sostiene la Regione Calabria presieduta e introdotta dal Presidente Scopelliti. All’incontro hanno partecipato il Coordinatore regionale di Forza Italia Jole Santelli, accompagnata dal Capogruppo Ennio Morrone, dall’Assessore Mimmo Tallini e dal Vice Presidente del Consiglio Regionale Alessandro Nicolo’; il Capogruppo del NCD Giampaolo Chiappetta; il Capogruppo dell’UDC Ottavio Bruni e l’Assessore Michele Trematerra; il Capogruppo “Insieme per la Calabria” Giulio Serra e per “Scopelliti Presidente” il Coordinatore regionale Mario Caligiuri e il Capogruppo Alfonsino Grillo. Un incontro lungo, articolato e costruttivo che ha rafforzato la coalizione, tutta coesa attorno al Presidente Giuseppe Scopelliti. In particolare, si è convenuto di definire una serie di iniziative politiche e amministrative che vanno in direzione di una immediata risposta rispetto alle vicende di queste ultime settimane, che a breve determineranno decisioni conseguenti. Altresì, si e’ stabilito di dare priorità assoluta all’assunzione di tutte quelle iniziative che saranno ritenute opportune e finalizzate al recupero delle residue criticità esistenti, anche organizzative. Il Presidente Scopelliti si è impegnato a valutare l’invito delle forze politiche di maggioranza per l’armonizzazione del Governo regionale, in aderenza alle risposte che esige la collettività determinandosi nei tempi necessari. Si è definito un piano di fine legislatura con un preciso cronoprogramma che prevede il compimento di alcune delle principali attività, quali l’approvazione della legge sui rifiuti e la revisione del relativo piano regionale, il proseguimento del risanamento della sanità che comporterà minori tassazioni per i cittadini dopo i disastri realizzati dalla precedente amministrazione, l’avvio dei lavori dei nuovi ospedali, una nuova organizzazione della governance sanitaria sui territori, il completamento della cittadella regionale di Catanzaro, il riconoscimento dei sistemi turistici locali, la sicurezza sismica degli edifici, l’edilizia sociale, il rilancio dei trasporti. Per raggiungere tali risultati diventa indispensabile verificare l’attività dei singoli settori regionali e sub-regionali, valorizzando le professionalità più adatte.