Rosarno- discariche e “latrine” nel quartiere Ospizio-Bellavista

Siamo dinuovo qui, dopo un breve periodo in cui si pensava si fosse “mosso qualcosa”, per quanto riguarda la questione spazzatura, oggi la situazione sembra essere tornata punto e a capo. In questi mesi la nostra redazione è stata sommersa da foto, video, testimonianze, e anche denunce, provenienti dai lettori, e abitanti di Rosarno che, esasperati dal problema immondizia, dopo segnalazioni anche ad organi competenti (con scarsi risultati), hanno chiesto ancora una volta il nostro aiuto, per denunciare pubblicamente la condizione di disagio e degrado in cui vivono.

Quartiere Ospizio-Bellavista- Se nei mesi scorsi, il problema ha riguardato lo spaccio di droga, alcol, e il giro di prostituzione, che si continua a far finta di non vedere, (nonostante tutto questo sia sotto gli occhi di tutti), adesso la questione è decisamente peggiorata, come raccontano gli abitanti.

 

“Dopo diverse segnalazioni al comune, alle forze dell’ordine, oggi nulla è cambiato. Nessuno si assume le responsabilità del degrado in cui noi versiamo. Noi cittadini, che paghiamo le tasse, dobbiamo convivere con gente incivile, che “vive gratis”, gente a cui non viene fatta una multa, se trovata in possesso di auto non assicurate, gente che tutto può fare, gente che ci pare di aver capito sia “intoccabile”, gente che se viene ripresa in strada a gettare immondizia, non viene certo multata….tanto come dicono gli organi competenti “non pagheranno mica le sanzioni”. Nel nostro quartiere come detto e ri-detto miliardi di volte, esistono delle case in cui risiedono dei “signori”  e delle “signore” solite a praticare l’attività di meretricio. Gli uomini sono soliti causare abitualmente risse, sedate più volte dagli stessi o dalle forze dell’ordine, ubriacarsi, e divertirsi fumando. Adesso però la situazione è diventata insostenibile, tra risse e comportamenti pericolosi anche per noi residenti Rosarnesi. Inoltre si è aggiunto il problema delle discariche abusive create dagli stessi, discariche trasformate anche in veri e propri “cessi” (consentitecelo…) dove le condizioni igienico sanitarie sono al limite dell’umano. Sono state addirittura forzate alcune abitazioni, affinchè i “signori” possano comodamente gettare i loro rifiuti, e addiritturra utilizzare le strutture violate come latrine, dove credeteci abbiamo visto di tutto. Non sappiamo più a chi rivolgerci, il nostro è davvero un appello di gente onesta, disperata, che vuole soltanto ritornare a vivere tranquillamente, senza dover vivere con costante paura, di una rissa imminente causata dall’ubriaco o drogato di turno, vogliamo poter far uscire a giocare i nostri bimbi, vogliamo vivere da brava gente quale siamo…. vogliamo… o per meglio dire vorremmo… METTETEVI PER UN ATTIMO NEI NOSTRI PANNI…fareste vivere i vostri figli cosi? Noi non crediamo….”