Rosarno- morte Barbalace, grazie alla donazione degli organi, Giacomo rivive in altre persone

Sono trascorsi pochi mesi dall’improvviso ed inaspettato decesso di Giacomo Barbalace. Brillante avvocato, giovane impegnato nel sociale, persona affabile, amico dalla grande disponibilità e dalla profonda gentilezza. Un signore vero sia nei fatti che nel modo di presentarsi ed accogliere le persone. La scomparsa di Giacomo ci ha lasciati sgomenti e pesantemente addolorati: non è comprensibile il perché debba andare via chi ha sempre condotto una esistenza esemplare e di grande sostegno alla società. Non è accettabile che un giovane di tale valenza e educazione possa scomparire così e senza alcuna ragione plausibile. Grande dolore per i familiari, per gli amici e per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. La presenza di Giacomo a volte nemmeno si notava per quanto era semplice e rispettoso. In vita ha lasciato un segno indelebile: è difficile dimenticarlo, è impossibile non ricordarlo, è quasi irrealizzabile non provare dolore e amarezza. Tutti lo ricorderemo per come era e per come si è fatto apprezzare. Ma, nel suo ricordo vivranno anche altre persone che altrimenti sarebbero decedute. Giacomo ha donato i suoi organi e grazie a questo grande gesto di generosità vivono tante altre persone! E di questi giorni il ringraziamento ricevuto dalla famiglia da parte del Policlinico di Sant’Orsola, nella persona della dott.ssa Gabriella Sangiorgi, che ha comunicato: “A seguito delle verifiche effettuate presso i Centri Trapianto, vi informiamo sulle condizioni dei pazienti trapiantati con gli organi di Giacomo. Sia il paziente trapiantato  di fegato, sia la paziente trapiantata con il rene destro, sono in buona salute ed effettuano regolarmente controlli. Il rene sinistro e il pancreas sono stati trapiantati in un giovane uomo affetto da una grave patologia presso il Centro Trapianti di Padova: ci hanno comunicato che il paziente si è ripreso molto bene. Colgo l’occasione per esprimere il ringraziamento del Centro Riferimento Trapianti e mio personale per aver consentito la donazione degli organi di Giacomo.  

E, ancora, non si hanno notizie degli altri organi donati che hanno consentito altre vite. Un vero atto di amore e di coraggio che ha consentito a Giacomo di continuare ad esistere!

L’Associazione tutta è stata ed è accanto alla famiglia e non può che ringraziare questa per aver consentito un atto di amore così grande, dimostrando che anche nel meridione, anche in Calabria, anche a Rosarno, vi sono persone e famiglie di tal valore umano, sociale e civico. Un gesto di grandissimo valore che vogliamo ricordare e che ricorderemo sempre essendo un momento di forte significato solidale.

Il Presidente dell’Associazione Patto di Solidarietà

(Giacomo Francesco Saccomanno)