Iniziativa “Guida bene a Gioia Tauro”

Martedì 11 febbraio, alle ore 12.00, nel settecentesco palazzo Baldari di Gioia Tauro si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa “Guida Bene a Gioia Tauro”, promossa dalla Direzione Generale Territoriale del Sud del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) con l’obiettivo di formare e di istruire, con un percorso educativo “di legalità”, 100 ragazzi, provenienti da contesti culturali, sociali ed economici difficili. Il progetto, già realizzato presso il quartiere Sanità a Napoli ed avviato nel quartiere Forcella, sempre a Napoli, diventa sempre più un format ed oggi approda, grazie all’iniziativa della Direzione Generale del Sud del MIT ed al prezioso contributo operativo delle associazioni nazionali riconosciute delle autoscuole, Unasca e Confarca, incoraggiato dai soci del “Lions Club Gioia Tauro – Piana”, proprio nella città di Gioia Tauro.
Anche 100 ragazzi di questo territorio, quindi, avranno l’opportunità di conseguire la patente di guida della categoria A1 e B senza alcun costo a loro carico; un viatico importante per sottrarsi al richiamo della “strada” e avviarsi all’inserimento nel mondo del lavoro.
Presenterà e lancerà il progetto il direttore generale della DGT Sud del MIT, ing. Pasquale D’Anzi assieme ad Antonio Datri, Presidente di Unasca, Paolo Colangelo, Presidente di Confarca, Pierluigi Forestieri, Presidente del Lions Club Gioia Tauro. Parteciperà all’evento Aldo Alessio, Sindaco della Città di Gioia Tauro.
Si tratta di un’importante opportunità, unica nel contesto pianigiano, che ha visto ancora una volta concordi con l’iniziativa della Direzione Generale del Sud del MIT, le associazioni di categoria delle autoscuole e la laboriosa realtà del “Lions Club” di Gioia Tauro. Il coordinatore del progetto per l’associazione Unasca ed il Lions Club di Gioia Tauro, Santo Bagalà, si è detto «soddisfatto del modo in cui si sia riuscito a far convergere l’iniziativa del Ministero verso le esigenze di molte famiglie della realtà gioiese. Il progetto è anche il frutto del lavoro incessante del Lions Club di Gioia Tauro – Piana, che ha saputo cogliere la possibilità di “donare” ai ragazzi meno fortunati e alle loro famiglie una opportunità unica nel nostro contesto. Il ringraziamento personale, quindi, va a tutti coloro che hanno collaborato per il raggiungimento di questo obiettivo. Un pensiero voglio rivolgere a tutti i ragazzi della città di Gioia Tauro e, in particolare, a coloro che in questo momento si trovano in difficoltà. Le istituzioni e le associazioni del territorio sono vicine alle vostre esigenze.»