Cittanova – taglio del nastro per il nuovo Palasport

78

 

Un’altra importante opera pubblica vede la luce grazie al mio impegno e al lavoro di programmazione che negli anni ho svolto al servizio del territorio”. Ad affermarlo il Consigliere Comunale Francesco D’Agostino, già Consigliere Provinciale e Regionale, in vista dell’inaugurazione del nuovo Palasport di Cittanova in programma domani mattina. Un’opera suggestiva e moderna, che arricchisce il programma di interventi relativi al Liceo Scientifico “Michele Guerrisi” e che potenzia in modo sostanziale l’offerta per gli studenti dell’Istituto scolastico cittadino e per i giovani e le associazioni dell’intero comprensorio.

 

Sono davvero orgoglioso per questo nuovo risultato raggiunto – ha scandito D’Agostino -. Il Palasport è un’opera da me fortemente voluta e per la quale è servito uno sforzo importante al fine di ottenere i finanziamenti necessari. La soddisfazione è piena, dunque, soprattutto perché questa struttura supporterà le scuole locali. Negli anni, Cittanova ha vissuto un notevole potenziamento dell’offerta formativa, anche con l’avvio di specifici corsi di studio dedicati allo sport, grazie ad un lavoro costante e strategico verso le strutture e le infrastrutture scolastiche”.

 

L’iter per la realizzazione del Palasport ha preso il via nel 2008, quando la Provincia di Reggio Calabria ha inserito l’opera nel programma annuale delle Opere Pubbliche per un importo complessivo di circa 750 mila euro. Risorse integrate nel 2010, grazie ad un mutuo acceso con Cassa Depositi e Prestiti, al fine di reperire tutte le somme necessarie al completamento dei lavori. Circa 1 milione e 500 mila euro sono stati investiti per la costruzione di una palestra, con campo polivalente e auditorium, capace di accogliere discipline diverse con standard qualitativi elevati e in totale sicurezza.

 

Da Consigliere Provinciale – ha sottolineato ancora Francesco D’Agostino – il mio impegno ha riguardato le reali esigenze del territorio, a partire da quelle delle classi produttive e dei più giovani. Ancora oggi, grazie ad un’attenzione costante e al monitoraggio di tutti gli iter progettuali, raccogliamo i frutti di quella programmazione strategica. La politica, spesso, ha bisogno di tempo per spiegare la propria azione. Anche in questo caso, gli intoppi burocratici hanno allungato di molto l’iter per la realizzazione dell’opera. Un ringraziamento agli Uffici della Provincia di Reggio Calabria, oggi Città Metropolitana, ai tecnici e alle professionalità che negli anni si sono adoperate per il raggiungimento di questo risultato. Personalmente, da oltre un decennio posso raccontare ai miei concittadini e alle comunità del mio territorio di traguardi raggiunti per la crescita collettiva e la realizzazione di percorsi veri e concreti mirati allo sviluppo delle diverse realtà territoriali”.

Articolo precedente Pandemia e gioco legale, una strana alleanza
Articolo successivoControlli NAS – scoperti 308 medici e sanitari non vaccinati