Notte di San Lorenzo -Resoconto di una infermiera del 118 “Questa notte abbiamo visto cadere ubriachi altro che stelle”

9787

Come ogni anno la notte tra il 10 e l’11 agosto molte persone, soprattutto giovani, si ritrovano sulla spiaggia per il tradizionale falò di San Lorenzo. Qualche ora di spensieratezza da trascorrere in compagnia, tra amici, cibo, musica e alcol… forse a volte troppo…

Il racconto di una infermiera del 118 in servizio nella Piana di Gioia Tauro:

“Resoconto del turno notturno al 118: stanotte, più che le stelle, noi operatori del 118 abbiamo visto cadere ubriachi. Abbiamo trattato sul posto o trasportato in ospedale molti ragazzi, la maggior parte minorenni.
Ragazzi che bevono fino a ubriacarsi, fino a svenire e a vomitarsi addosso e spesso lo fanno solo perché in compagnia.
E mentre l’ambulanza del 118 si sta prendendo cura di voi ubriachi perché lo avete voluto, qualcuno potrebbe avere un infarto, un ictus cerebrale o un incidente stradale. E magari non essendoci più ambulanze sul territorio disponili perché tutte impegnate per ragazzi ubriachi, si perdono minuti preziosi che possono fare la differenza per salvare una vita.
Abbiate più rispetto di voi stessi, della vostra vita e, sopratutto, di quella degli altri!!!”

 

Articolo precedente Sequestrata discarica rifiuti abusiva in azienda agricola
Articolo successivoTenta di salvare animali da fiamme – morto 77enne a Grotteria