Uomo si dà fuoco davanti caserma carabinieri – trasferito al Centro Grandi Ustioni di Napoli

3702

Un uomo di 33 anni, F.C si è dato fuoco stamattina davanti alla sede della caserma dei carabinieri di Rende, in provincia di Cosenza.

A seguito delle  gravi ustioni è stato immediatamente soccorso e trasportato in ospedale e poi trasferito presso il Centro Grandi Ustionati di Napoli. Secondo quanto si apprende si tratterebbe di un docente che lavorava in Lombardia e che da poco aveva fatto rientro in città.

Sull’accaduto indagano i carabinieri. Al momento non si conoscono i motivi del gesto.
Secondo le ricostruzioni, l’uomo, arrivato sul posto, è sceso da un’utilitaria con una tanica di benzina in mano e si è avviato verso l’ingresso della caserma dove si è dato fuoco.

A prestare i primi soccorsi sono stati alcuni dipendenti di un negozio di gommista poco distante dal luogo dell’accaduto. L’uomo avrebbe compiuto il gesto senza dire nulla.

 

Il Sindaco di Rende, Marcello Manna, ha commentato, attraverso un post su Facebook, la vicenda:
”La nostra comunità è fortemente scossa da ciò che è accaduto stamane a Rende dinanzi alla caserma dei Carabinieri. Una tragedia, espressione di un disagio che va comunque rispettato col silenzio. Ringraziamo chi si è subito prodigato prestando i primi tempestivi soccorsi e dimostrando coraggio e umanità. Ci appelliamo al buonsenso dei nostri cittadini e ci stringiamo alla preoccupazione e al dolore dei familiari del ragazzo nella speranza che arrivino presto notizie positive”.

Articolo precedente Davide e Gabriele: vittime sulla Statale 106 in Calabria. La strage continua!
Articolo successivoCartabellotta: “Difficilmente nei prossimi mesi faremo a meno della mascherina al chiuso. Serve politica più tempestiva nel prendere decisioni”