Falsi benefici legge 104/92, denunciati otto docenti nel reggino

Nei giorni scorsi la Polizia Provinciale di Reggio Calabria diretta dal dott. Domenico Crupi a conclusione di un indagine coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria Dott. Antonio CRISTILLO, ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari ad otto docenti residenti in provincia.

I docenti in questione, nell’ambito della procedura di mobilità annuale per il personale scolastico – assegnazione provvisoria provinciale – dichiaravano falsamente di avere diritto ad usufruire dei benefici di cui alla legge 104/1992. Con tale artifizio gli stessi, titolari di cattedra nel nord Italia, riuscivano ad ottenere il beneficio del trasferimento nelle sedi ricadenti nella provincia di Reggio Calabria, a discapito di coloro i quali ne avevano effettivamente diritto. Per gli otto insegnanti scattava immediatamente la denuncia per i reati previsti e puniti dagli articoli 483 C.p. e 76 D.P.R. 445/2000. Detta attività si inquadra nell’ambito della repressione dei reati contro la Pubblica Amministrazione che vede impegnata costantemente la Polizia Provinciale di Reggio Calabria.