Rosarnese – Greffa Mosorrofa, i dettagli della partita

Dopo la sospensione del recupero di domenica scorsa per maltempo, la Nuova Rosarnese centra la sua prima vittoria casalinga in questo 2014, contro un Greffa Mosorrofa ben organizzato, ma che nulla ha potuto contro la formazione amaranto che ancora aveva quell’amaro in bocca per lo spareggio perso a maggio 2013 in quel di Bagnara costandogli la promozione in Prima Categoria, e che con la vittoria di domenica si vendica in parte di quella disfatta finale. Molte novità nella formazione amaranto a causa delle squalifiche di Mercuri e dei due fuori quota Quaranta e Zappia, facendo esordire dal primo minuto il giovane portiere Giovinazzo classe ’96 che disputa una partita oltre le aspettative, e nei minuti finali c’è l’esordio in prima squadra anche di Fenice altro giovane promettente classe ‘97 frutto degli allievi della compagine amaranto ed infine il recupero di Tortora che ritorna titolare dopo quasi due mesi di assenza dal terreno di gioco a causa di un’infiammazione all’adduttore destro partendo dal 1’.

Il primo tempo inizia in maniera molto competitiva con entrambe le squadre che vogliono uscire vittoriose da questo confronto per aumentare il punteggio in classifica, e al 6’ su punizione di Galati, Serra esce con i pugni evitando il vantaggio amaranto, pochi minuti più tardi prima avanzata rossonera con Polito S. che però conclude alto. Al quarto d’ora Galati effettua un cross in area per Riotto che stacca debolmente di testa sul portiere avversario che blocca facilmente. Continua l’attacco dei padroni di casa e al 26’ Marafioti recupera palla in difesa e la smista per il compagno avanzato di reparto Tortora che conquista un calcio di punizione dal limite d’area e sulla battuta va sempre Galati, il quale piazza il pallone all’incrocio dei pali dove Serra non può arrivare, così da portare in vantaggio la formazione pianigiana. Dopo il gol amaranto l’unica occasione è degli ospiti a tempo scaduto sfiorando il gol con Sartiano che dal limite piazza un tiro potente all’angolo sinistro ma bravo Giovinazzo a neutralizzare il tiro cosi da chiudere in vantaggio la prima frazione.

La formazione di Arcidiaco entra più carica nella ripresa, iniziando subito forte e al 48’ sempre Sartiano entra in area calciando di potenza ma viene murato dall’insuperabile Giovinazzo che respinge in angolo lasciando invariato il risultato. Dopo questo inizio brillante col passare dei minuti il Mosorrofa inizia a cedere ai ripetuti attacchi della Nuova Rosarnese che prima con Riotto e poi con Tortora sfiorano la rete del raddoppio, ma al 70’ sugli sviluppi di un punizione calciato da Zangari, Riotto cade in area e si procura il penalty dagli 11 metri, trasformato da Galati che firma la sua doppietta personale. Nel finale la compagine rossonera cerca di trovare il gol con il solito Sartiano su punizione che però viene respinto nuovamente da Giovinazzo così da negare la gioia del gol e chiudere la partita col risultato di 2-0, avanzando in classifica e agganciarsi alla zona playoff, portandosi ad un punto dalla formazione di Arcidiaco, che potrà tentare il sorpasso in caso di vittoria nel recupero di mercoledì 22 contro la Campese San Roberto in casa.

Dato importante di questa vittoria soprattutto per i reduci della finale di Bagnara è la gioia di essersi presi una rivincita contro il Greffa Mosorrofa dopo lo spareggio perso immeritatamente 8 mesi fa, ma soprattutto di essere vicini alla zona playoff e ritenersi pronti ad affrontare un girone di ritorno da incorniciare iniziando già da sabato in casa della seconda della classe Aurora Reggio e tentare il colpaccio, per poi affrontare in scioltezza il recupero casalingo contro la Campese e la gara casalinga contro il Real Gioia.

Francesco Tripodi