Appicca fuoco a casa della sorella con dentro familiari tra cui bambini: feriti gravi

350

Quattro persone, fra cui due bambini, sono rimaste ustionate nell’incendio di un’abitazione nella notte scorsa a Vittoria nel Ragusano.

Stando ad una prima ipotesi, ad appiccare il fuoco sarebbe stato un uomo, originario della Tunisia e i feriti sarebbero i suoi familiari.

L’uomo era ospite a casa della sorella quando, dopo una lite, ha dato alle fiamme l’abitazione cercando di uccidere così la donna, il marito e i due bambini, che hanno riportato ustioni gravissime.

Il tunisino, che avrebbe appiccato il rogo ammonticchiando dei copertoni davanti alla casa e poi dandoli alle fiamme con uno straccio imbevuto di liquido infiammabile, è fuggito ed è ricercato dalla polizia.

Il rogo si è sviluppato intorno alle 2,30in piazza dell’Unità, a pochi metri dall’ex chiesetta della Trinità, oggi sconsacrata, che dà il nome al quartiere omonimo, uno dei più antichi della città.

Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco, ma l’immobile è stato distrutto.

I feriti sono stati trasportati negli ospedali di Ragusa e Vittoria. In queste ore potrebbero essere trasferiti all’ospedale “Cannizzaro” di Catania per la gravità delle loro condizioni.

Articolo precedente Discarica abusiva a cielo aperto sequestrata dai carabinieri
Articolo successivoScontro auto- bici: ferito un ragazzino 12enne