Controlli carabinieri a Polistena e Cittanova, denunce

869

Nel fine settimana appena trascorso, i Carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro, in collaborazione con i militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria e del nucleo cinofili, nell’ambito di diversi controlli di prevenzione e contrasto dei reati in genere nelle principali zone di aggregazione della Piana, hanno riscontrato diverse irregolarità: scattate denunce, sequestri, perquisizioni e sanzioni amministrative.

In particolare, a Polistena, a seguito di controlli ispettivi presso tre “chupiterie”, i militari hanno riscontrato varie violazioni amministrative in relazione alla normativa sugli esercizi di somministrazione alimenti e bevande: in uno dei tre degli esercizi pubblici, è stata riscontrata la presenza di un impianto di diffusione della musica all’esterno del locale, senza alcuna autorizzazione.

Nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale, predisposti lungo i principali assi viari e nelle zone urbane più interessate dagli assembramenti, finalizzati soprattutto a contrastare la guida sotto l’effetto di alcool, fenomeno particolarmente frequente durante il fine settimana, sono stati denunciati in stato di libertà 11conducenti risultati positivi all’alcool-test. Tra questi, segnalatoalla Procura della Repubblica di Palmi dai militari operanti ancheun soggetto per detenzione abusiva di arma comune da taglio in quanto trovato in possesso di un coltello a serramanico, nel corso del controllo di polizia.

Per tutti è scattato il ritiro della patente e contestuale decurtazione di 10 punti, oltre che il sequestro dell’autovettura.

A Cittanova, invece, gli uomini dell’Arma hanno denunciato un soggetto con pregiudizi di polizia sottoposto agli arresti domiciliari, per evasione oltre che una donna, anch’essa pregiudicata, in quanto sorpresa ad utilizzare un’autovettura sottoposta a sequestro amministrativo.

In ultimo, nel medesimo contesto operativo, nel corso di perquisizioni locali, denunciato anche un soggetto per detenzione illecita di sostanza stupefacente, trovato in possesso di marijuana e cocaina, che sarebbe stata verosimilmente approntata per lo spaccio. Sequestrati, inoltre, a carico di ignoti, un fucile con matricola abrasa e numerose cartucce.

Trattandosi di provvedimenti in fase di indagini preliminari, rimangono salve le successive valutazioni in sede processuale.

Articolo precedente Incendio Catanzaro: vittime morte per asfissia. In casa trovati 30mila euro contanti
Articolo successivoTumori per malattie infettive: nel mondo oltre 2 mln di casi ogni anno