Fake news su possibili scosse di terremoto. Protezione civile Calabria: “Il terremoto non può essere previsto”

A seguito della violenta scossa di terremoto di magnitudo 4.4, registrata ieri in Calabria, a Cosenza, la Protezione Cvile, ha segnalato delle fake news che circolano in queste ore su WhatsApp:

“In queste ore si stanno diffondendo notizie – anche mediante WhatsApp audio- su possibili scosse di assestamento molto forti che potrebbero interessare la provincia di Cosenza, dove, nella giornata di ieri, si è verificato un evento sismico importante di magnitudo 4.4.. Si ribadisce per l’ennesima volta che il terremoto non può essere previsto e che ogni informativa di carattere diverso è totalmente priva di fondamento. La nostra Regione ha una pericolosità sismica elevatissima e la storia ci insegna che i terremoti possono verificarsi ed avere anche effetti rilevanti. Di fronte a questo rischio occorre tenere sempre ben presenti i comportamenti da adottare prima, durante e dopo l’evento, in funzione di una indispensabile prevenzione. Si vuole ricordare infine che chiunque diffonde notizie che possono provocare allarme tra i cittadini, è perseguibile penalmente.”