Il liceo Piria di Rosarno ottiene accreditamento per Erasmus + 2027

1196

Il liceo “Raffaele Piria” di Rosarno ha appena ottenuto l’ACCREDITAMENTO per l’Erasmus + fino al 2027, riconoscimento prestigioso assegnato dall’Agenzia Nazionale Indire e dalla Commissione europea.

Si respira l’aria delle grandi feste al Piria di Rosarno e grande è la soddisfazione della Dirigente Scolastico
Professoressa Mariarosaria Ruso e del Project Manager Erasmus Prof. Michele Oliva e di tutto il Collegio dei
Docenti, per aver ottenuto dall’Agenzia Nazionale INDIRE Erasmus+ e dalla Commissione Europea,
l’Accreditamento in qualità di singolo istituto per progetti di mobilità per l’azione KA120 Settore Scuola valido per il periodo dal 01/02/2023 al 31/12/2027.
Si tratta di un risultato straordinario, conseguito da pochissime scuole Calabresi, a coronamento di una intensa attività progettuale europea che colloca li PIRIA di Rosarno tra le scuole più internazionalizzate in Europa.

L’Accreditamento Erasmus+ è una novità per il settore scuola ma è anche la porta di accesso a progetti di mobilità internazionale, nell’ottica di una strategia di lungo termine, il Piano Erasmus, a sostegno della mobilità degli alunni e del personale della scuola per migliorare la qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento.

Con l’Accreditamento li Piria di Rosarno svilupperà esperienze per l’arricchimento del PTOF, con l’obiettivo di dare al
personale e agli alunni al possibilità di acquisire nuove competenze comunitarie, visitare nuovi paesi, conoscere aspetti
tipici di culture straniere, incontrare pari europei e condividere esperienze.

Sino alla fine del 2027 studenti e docenti
avranno modo di migliorare el proprie competenze in un’ottica costante di innovazione e di internazionalizzazione del curriculum in contesti multiculturali, innovativi e competitivi.

Il Dirigente Scolastico Professoressa Mariarosaria Russo, che ha sempre valorizzato la pianificazione europea,
attestandosi come uno dei primi Licei in Italia ad ottenere i progetti ERASMUS+, esprime grandissima soddisfazione per l’eccellente risultato conseguito dal proprio Istituto all’interno del programma Europeo Erasmust, ritenendo che esso sia un’opportunità di sviluppo professionale per i docenti che avranno modo di sperimentare metodologie di insegnamento innovative, valore aggiunto dunque che contribuirà alla crescita professionale e allo sviluppo strategico dell’Istituto.
I benefici di vasta portata del programma sono noti a tutto li mondo accademico continua la Russo, gli
studenti con esperienza Erasmus sono generalmente più mobili, più civici e inclini al volontariato.
La partecipazione ad attività finanziate da Erasmus migliora l’occupabilità, la soddisfazione sul lavoro e contribuisce alla creazione di un’identità europea.

Il Project Manager Erasmus+ Michele Oliva dichiara “per me sono giorni di grande felicità per l’ambizioso risultato
conquistato, frutto del grande lavoro di ricerca scientifica svolto insieme al Dirigente Scolastico e alla Professoressa di Informatica Ingegnere Rossella Oliva”. Continua li Prof. «tutte le iniziative promosse da Erasmus+ mirano a facilitare l’accesso al programma a giovani di ogni provenienza, con minori opportunità, con svantaggi sociali, economici, fisici o geografici. Con l’obiettivo di offrire loro una concreta opportunità di partecipazione ala costruzione di un’Europa sempre più inclusiva, in cui tutti possano imparare, formarsi, acquisire nuove abilità e competenze: è questa al mia
MISSION!”

Articolo precedente Gioia Tauro: denunciati cinque minori per episodi di bullismo
Articolo successivoMorti sul lavoro – nel primo mese del 2024 si contano già 45 vittime. Calabria zona rossa