La rosarnese Annie Zappone, tra i vincitori del Grant 2020 Fondazione Umberto Veronesi

La rosarnese Annie Zappone, classe 1991, laureata in Biotecnlogie per la salute, presso l’Università di Messina, con dottorato di ricerca in Biomedicina Molecolare, presso l’Università di Trieste, è risultata uno dei 186 vincitori del Grant 2020, Fondazione Umberto Veronesi. Da più di 15 anni, nel mese di marzo, la Fondazione Umberto Veronesi celebra il suo impegno a favore della ricerca scientifica, attraverso una giornata dedicata alla consegna ufficiale delle borse di ricerca. Oltre alle borse assegnate ai ricercatori, la Fondazione sostiene 6 progetti di ricerca all’avanguardia e 6 protocolli di cura nell’ambito dell’oncologia pediatrica. Purtroppo in questo periodo particolare i 186 vincitori non hanno potuto essere presenti alla cerimonia di consegna delle borse. La rosarnese Annie insieme agli altri vincitori ha però voluto ringraziare l’opportunità concessale, attraverso un messaggio:

“Oggi sarei dovuta essere in Università Statale a Milano per ricevere il Grant Fondazione Umberto Veronesi 2020. Invece siamo tutti a casa, seguendo le indicazioni per combattere insieme questa terribile emergenza. Ma la ricerca non si ferma. Infatti ho già cominciato a lavorare al mio progetto di ricerca basato sullo studio di un complesso proteico, ATRX/DAXX, coinvolto nel mantenimento della stabilità genomica in uno dei tumori pediatrici attualmente tra i più difficili da curare, l’osteosarcoma. L’obiettivo del mio lavoro sarà comprendere la funzione di questo complesso di proteine e sviluppare delle strategie terapeutiche che, provocando instabilità genomica, portino alla morte delle cellule tumorali. Ringrazio Fondazione Umberto Veronesi che quest’anno ha scelto di finanziare il mio progetto insieme a quello di altri 185 ricercatori. Ringrazio tutti coloro che hanno fiducia nella ricerca scientifica e la sostengono concretamente: senza di voi non potremmo continuare a studiare per combattere le malattie e salvare vite preziose.”

Un grande in bocca al lupo alla nostra cittàdina medmea