Mario Occhiuto condannato per bancarotta fraudolenta

211

Il senatore Mario Occhiuto, di 59 anni, di Forza Italia, è stato condannato dal Tribunale di Cosenza a 3 anni e 6 mesi di reclusione con l’accusa di bancarotta fraudolenta.

L’accusa contestata ad Occhiuto, fratello del presidente della Regione Calabria, Roberto, ed ex sindaco di Cosenza, é da mettere in relazione alla sua attività di imprenditore. Occhiuto è stato condannato anche al divieto di esercizio dell’attività d’impresa per 3 anni ed all’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna di Occhiuto a 4 anni.

Era stato coinvolto nella vicenda giudiziaria che ha portato alla sua condanna nella qualità di ex amministratore della società di progettazione di edifici “Ofin”. Della società, fallita nel 2014, Occhiuto era stato amministratore fino al 2011.

Secondo l’accusa contestata a Mario Occhiuto dalla Procura della Repubblica di Cosenza, sulla base delle indagini condotte dalla Guardia di finanza, prima del fallimento dalla “Ofin” sarebbero state distratte svariate somme di denaro per un ammontare complessivo di tre milioni di euro.

Articolo precedente Melito Porto Salvo: abusarono di 13enne, revisione processo per due imputati
Articolo successivoRosarno – ancora segnalazioni su strade dissestate: voragine in via Giosuè Carducci da più di un mese, perdita fognaria in via Medma