Melicucco – sindaco Nicolaci su autovelox: “Intenzione era mantenere deterrente per automobilisti”

282

Riceviamo e pubblichiamo

“In genere, evitiamo di rispondere a critiche non costruttive da parte della minoranza, ma dato l’argomento e le allusioni prive di fondamento ormai senza alcun ritegno, è importante chiarire alcuni punti.

L’Amministrazione Comunale non versa in alcuno “stato confusionale” né ha “specifici obiettivi” insinuati dalla minoranza, ma è doveroso sottolineare come la minoranza abbia creato confusione negli automobilisti, sponsorizzando il sequestro dell’autovelox, avvenuto nell’ambito di un’azione ampia da parte della magistratura, che successivamente lo ha dissequestrato immediatamente poiché il nostro dispositivo di ultima generazione rispettava pienamente tutti i requisiti di legge. Tuttavia, questo aspetto è stato trascurato nel dibattito, forse per distrazione, confusione o un obiettivo mirato da parte della minoranza; ciò non è dato saperlo.

Le problematiche affrontate e la complessità di una gara che richiede un’attuazione corretta hanno portato a una temporanea interruzione del servizio. Per garantire un’operatività ottimale, sono stati impartiti gli atti d’indirizzo per guidare il Responsabile della Polizia Municipale nel miglior modo possibile.
Considerando i tempi necessari per svolgere la gara, è stato dato un ulteriore indirizzo per individuare un altro operatore entro i limiti di spesa, al fine di continuare il servizio e disincentivare l’abuso di velocità nel sistema.

Per quanto riguarda il motivo per cui l’autovelox non fosse operativo, ci scusiamo per non aver fornito un’ampia divulgazione. L’intenzione era comunque di mantenere un deterrente per gli automobilisti. Pur non avendo mai costatato che nessun ente abbia mai segnalato l’interruzione di un tale servizio, sembra che Valerioti e i suoi ex assessori abbiano preso provvedimenti in merito.

Parlano di soldi e bilancio, trascurando completamente le vite perse su quel tratto di strada. Speriamo che non ci siano più vittime e incidenti; anche se gli autovelox non possono eliminare completamente il rischio, statisticamente contribuiscono a ridurne il numero.

Parlano di soldi e bilancio, ma dimenticano che l’attuale Amministrazione ha seguito un indirizzo dell’Amministrazione Valerioti, oggi minoranza, con delibera n. 30 del 22 marzo 2019, che da organo di governo avevano predisposto più volte il rilevamento della velocità nel 2017,2018 e 2019.

Parlano costantemente di soldi e di cassa, del rientro del bilancio di previsione e del possibile dissesto finanziario. Forse, prima di esprimersi, dovrebbero informarsi meglio sui termini dell’affidamento e su cosa sia una previsione di bilancio. Purtroppo, sembra che per cinque anni e mezzo abbiano amministrato altri al posto loro. Comprendiamo che vorrebbero che i cittadini dimenticassero il degrado in cui hanno lasciato il paese, ma non sarà così. Si facciano una ragione.

Una cosa è stata detta e detta bene: gli atti di gestione non rientrano nella competenza dell’organo di governo, e anche noi siamo convinti che il Responsabile della Polizia Municipale sappia svolgere il suo lavoro. Per quanto riguarda la solita allusione su presunte forzature, la minoranza può stare tranquilla: nessuna forzatura è stata effettuata, altrimenti gli atti d’indirizzo sarebbero stati emessi ben prima.

Se chiedere che ogni dipendente svolga il proprio lavoro viene considerato una forzatura, lasciamo ai cittadini il giudizio su questa questione.

Il nostro unico obiettivo è la sicurezza di tutti i cittadini e naturalmente non abbiamo dato priorità a un ritorno economico per il Comune al di sopra di questo (come ripetutamente sottolineato dal consigliere Valerioti in consiglio comunale), evidenziando che il dispositivo non era attualmente operativo.

Il rammarico sta nel fatto che i consiglieri di minoranza Valerioti, Scattarreggia, Auddino e Napoli, già Sindaco, vicesindaco ed assessori nella precedente sindacatura, pur avendo attivato l’autovelox negli anni di governo, oggi abbiano cambiato idea esclusivamente per meri interessi politici, a discapito della sicurezza di un pericolosissimo tratto di strada che ha causato tante vittime.

La realtà è che ogni giorno mostrano chiaramente la loro natura, utilizzando un argomento serio per alludere a pubblicità a congiunti immeritate, nonostante il fatto che il canale ufficiale del Comune, sin dall’insediamento di quest’Amministrazione, abbia sempre condiviso con i cittadini ogni tipo di evento senza distinzione alcuna.

Ma ancor più grave è il fatto che dimostrano insensibilità verso le famiglie delle vittime su quella strada e mancanza di senso del dovere per la sicurezza altrui, agendo esclusivamente per vantaggio politico e personale.

Infine, è un peccato che i consiglieri di minoranza continuino a fare riferimento a questioni politiche anziché alla sicurezza stradale. Tuttavia, tranquillizzo la minoranza che, una volta espletate le procedure necessarie, l’autovelox sarà presto nuovamente operativo. Nel frattempo, invito tutti i cittadini a guidare in modo attento e responsabile per la propria e altrui sicurezza”.

Il Sindaco Ing. Francesco Nicolaci

Articolo precedente Reggio Calabria – gestivano illecitamente immobili edilizia popolare: 9 arresti
Articolo successivoCalabria – spacciandosi per carabiniere tenta truffa ad anziana: arrestato 22enne