Sequestrata Società Turistica e Imbarcazione da Diporto: Presunti Legami con la ‘Ndrangheta

220

 

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e del Nucleo Investigativo dei Carabinieri del Comando Provinciale di Vibo Valentia hanno condotto un’operazione di sequestro, in collaborazione con la Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro.

Il provvedimento, emanato dal GIP di Catanzaro su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della stessa città, ha interessato una società operante nel settore turistico con sede a Briatico.

Secondo quanto emerso dalle indagini, la società in questione sarebbe stata collegata a individui coinvolti nel processo denominato “Maestrale-Carthago”, ritenuti vicini alla cosca Accorinti. Gli inquirenti hanno anche posto sotto sequestro un’imbarcazione da diporto, la quale, a partire dalla stagione estiva 2019, avrebbe monopolizzato le escursioni turistiche “sotto costa” lungo la rinomata “Costa degli Dei”, partendo dal porto di Tropea.

Il sequestro preventivo della società è stato disposto sulla base di indagini di natura economica, finanziaria e tributaria condotte dai Carabinieri di Vibo Valentia.

Durante tali indagini è emersa l’ipotesi di intestazione fittizia dell’azienda turistica a due soggetti, per conto di esponenti di vertice della locale di Zungri e della ‘ndrina di Briatico, che gestiva le escursioni per la clientela di vari villaggi turistici della zona.

Inoltre, è stata avanzata l’ipotesi di reato di trasferimento fraudolento di valori, aggravato dalla presunta finalità di agevolare la locale di ‘ndrangheta di Zungri, guidata da Giuseppe Antonio Accorinti. Si è ipotizzata una sproporzione tra il reddito dichiarato, le disponibilità economiche degli indagati e l’investimento iniziale per l’apertura della società e l’acquisto del natante. Oltre alla società e all’imbarcazione, sono stati sottoposti a sequestro anche altri beni societari, tra cui conti correnti bancari.

L’operazione dei Carabinieri di Vibo Valentia rappresenta un ulteriore passo nell’attività di contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore turistico, mirando a garantire la legalità e la trasparenza delle attività economiche nella zona.

Articolo precedente Cocaina nascosta nel furgone – arrestato 51enne
Articolo successivoOmicidio Agostino Ascone – chiesto ergastolo per Salvatore Figliuzzi e Sturiale, 22 anni per Trapasso