Somministravano bevande e alimenti in orario non consentito- chiusi 3 esercizi

Nel fine settimana i militari della Compagnia Carabinieri di Rossano hanno continuato a svolgere i controlli in relazione al rispetto delle normative in materia di emergenza sanitaria, recentemente entrate in vigore, con particolare attenzione al pomeriggio ed alla serata di sabato.

I militari dell’Arma hanno passato al setaccio le aree pubbliche dello scalo rossanese, notoriamente frequentate, soprattutto, da molti giovani, nonché gli esercizi pubblici autorizzati a somministrare cibi e bevande.
A seguito delle verifiche, sono state rilevate una serie di violazioni legate in particolar modo alla consumazione di cibi e bevande in aree di pertinenza di esercizi pubblici e controllati vari cittadini in relazione all’utilizzo dei dispositivi individuali di protezione all’aperto in presenza di altre persone.
All’esito dei controlli, accertate le violazioni alle normative specifiche, sono state elevate tre sanzioni amministrative per un importo complessivo di 1.200 euro e, date le circostanze, disposta la chiusura per cinque giorni di tre esercizi pubblici del centro dell’area rossanese. Sono state, infatti, riscontrate somministrazioni e consumazioni di bevande ed alimenti in orario non consentito nelle aree di pertinenza degli stessi esercizi.
Nel corso delle medesime verifiche, inoltre, sono state sanzionate cinque persone per un importo complessivo di 2.000 euro in quanto gli stessi sono stati sorpresi mentre si trovavano per strada senza indossare un’idonea protezione delle vie respiratorie.
Nel complesso dei servizi sono state controllate oltre cento persone e oltre settanta veicoli.
Le forze dell’ordine, nel corso dei controlli, hanno ricordato alle persone controllate, l’importanza del senso di responsabilità nel rispetto delle normative vigenti in materia di emergenza sanitaria.