Tumori sospetti ad Africo, avviata indagine epidemiologica ambientale

Africo (Reggio Calabria). Entra nel vivo l’indagine epidemiologica-ambientale nel territorio del Comune di Africo, in provincia di Reggio Calabria, volta a rispondere alle preoccupazioni manifestate dal Sindaco e da un locale comitato cittadino sulla paventata incidenza di mortalità per tumore nel territorio, con preciso riferimento alle abitazioni situate in Via Matteotti.

Così, dopo un primo incontro preliminare nei giorni scorsi che il Sindaco, Avv. Domenico Versaci, ha avuto con i tecnici del Centro epidemiologico regionale ambientale (Cera) dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal), ieri mattina, nella sede del Dipartimento Provinciale di Reggio Calabria dell’agenzia ambientale, si è riunito il Tavolo Tecnico presieduto dal Direttore Generale di Arpacal, Dr.ssa Sabrina Santagati, alla presenza del primo cittadino del comune reggino.
Presenti all’incontro il direttore del Cera-Arpacal, dr. Francesco Nicolace, accompagnato dal dirigente Dr. Michelangelo Iannone, e dal tecnico Dott. Angelo Rocca, nonché i dirigenti dei servizi tematici provinciali Arpacal, Dott. Mariano Romeo (servizio Aria), Dr.ssa Bruna Cardile (servizio Suolo e rifiuti), Dr. Giuseppe Mazza (servizio Alimenti e bevande), Dr.ssa Giovanna Belmusto, direttore del Dipartimento reggino e responsabile del laboratorio fisico, accompagnata dal tecnico, Dr.ssa Santina Marguccio.
Dopo il saluto di rito e il ringraziamento per il coinvolgimento puntuale ed operativo dei presenti, il Direttore Generale ha chiesto di attivare una programmazione che veda sul territorio del Comune di Africo tutte le migliori risorse tecniche e professionali di cui l’Agenzia ambientale dispone. Preliminarmente, la dr.ssa Santagati ha informato di aver raggiunto una intesa con il Dipartimento Politiche dell’Ambiente della Regione Calabria, Ing. Bruno Gualtieri, per fornire all’Assessorato regionale la mappatura dei luoghi dell’intero territorio del Comune di Africo e di tutta la fascia prospiciente il Torrente La Verde, unitamente ad una previsione degli interventi e dei costi, per destinare utili risorse alla complessa problematica.
Il dott. Guido Sansotta, del Dipartimento di prevenzione dell’Asp di Reggio Calabria, assente giustificato, contattato telefonicamente ha informato che la ASP ha condotto un’attenta indagine sulla mortalità, ricavandone dei dati che verranno forniti al più presto.
La pianificazione dei lavori concordata tra le parti prevede, quindi, l’acquisizione dei dati riguardanti lo stato di salute della popolazione, unitamente ai dati relativi alla mortalità. Sarà richiesto, inoltre, uno screening sulle acque potabili dei pozzi del Comune di Africo e delle relative adduzioni SORICAL, riferite al territorio medesimo, procedendo anche ad un’attenta valutazione del territorio lungo l’alveo del Torrente La Verde. Intanto, l’Arpacal provvederà a posizionare il laboratori mobili per la verifica sulla Qualità dell’Aria, la Radioattività gamma, alfa e beta totale sui filtri, nonché la misura della concentrazione del gas radon indoor nelle abitazioni.
Il Servizio Veterinario della ASP di Reggio Calabria, competente per territorio, fornirà tutti i dati utili posseduti. Il Sindaco del Comune di Africo, avv. Domenico Versaci, si è impegnato, inoltre, a fornire le notizie utili sulle edificazioni ricadenti nel perimetro del Comune con un certificato storico.