Anziana disabile strangolata in casa: sospettato il figlio

324

Una donna di 88 anni, Cesina Damiani, disabile, è stata strangolata ieri nella sua abitazione di Casoli (Chieti): sospettato del delitto è il figlio Francesco Rotunno, 64 anni, trovato dai carabinieri poco lontano dalla casa, sul bordo di una strada, con i polsi tagliati, forse a seguito di un tentativo di suicidio; l’uomo è stato ricoverato all’ospedale di Lanciano.

A trovare il cadavere della donna è stata la badante, con a fianco un biglietto di scuse, non firmato, che potrebbe essere stato scritto dal figlio.La procura di Lanciano aprirà un fascicolo per omicidio volontario aggravato.

Articolo precedente Giornata mondiale del malato: Garante salute alle celebrazioni Diocesi Oppido Mamertina- Palmi
Articolo successivoRosarno – continua l’operato di RoPAM: anche ieri pulizia del parco archeologico