Arrestati sorella e nipoti Matteo Messina Denaro

Trapani. Nel corso di un imponente operazione nei confronti della cosca guidata dal numero uno di Cosa Nostra, Matteo Messina Denaro, sono finite in manette 30 persone, tra cui spiccano la sorella del boss, Patrizia, ed i nipoti Francesco ‘Ciccio’ Guttadauro e Mario Matteo

Secondo gli inquirenti la famiglia della primula rossa della mafia siciliana controllava “un articolato circuito imprenditoriale, che assicurava di fatto il controllo quasi monopolistico nel settore dell’edilizia e relativo indotto”, oltre ad un vasto giro di estorsioni. Tra i familiari arrestati, anche i cugini del boss Giovanni Filardo, Cimarosa Lorenzo e Mario Messina Denaro.

 “Le indagini – si precisa nella nota della Polizia – hanno confermato il ruolo dirigenziale tuttora rivestito dal latitante Matteo Messina Denaro all’interno del mandamento e nella provincia mafiosa, accertandone la funzione di direzione tra le varie articolazioni dell’organizzazione e di collegamento con le altre strutture provinciali di Cosa Nostra”. Gli affari, però, venivano gestiti in gran parte direttamente dai parenti e, in particolare, “con riferimento all’attività di sostegno economico al circuito familiare del latitante, e’ emersa la contiguità e il ruolo di responsabilità decisionale raggiunto in seno al sodalizio mafioso da Patrizia Messina Denaro e da Francesco Guttadauro, rispettivamente sorella e nipote del ricercato”.