Gioia Tauro – Meduri (Alleanza Gioiese) chiede intervento per messa in sicurezza scuola “Tre Palmenti”

225

La Dottoressa Jolanda Meduri, del dipartimento Politiche sociali di Alleanza gioiese, ha inviato una lettera alla direzione dell’Istituto scolastico “Tre Palmenti” di Gioia Tauro:

“Ci rivolgiamo a voi con la speranza che la presente missiva possa destare l’attenzione necessaria su una questione di primaria importanza che coinvolge la sicurezza e il benessere dei nostri figli, nonché la tutela del patrimonio pubblico.

È con profonda preoccupazione che rileviamo la situazione critica e pericolosa che si è venuta a creare a ridosso della Scuola dell’Infanzia “Tre Palmenti” in Via dei Gelsomini.

Negli ultimi tempi, siamo stati testimoni di disastri causati da manutenzione insufficiente o negligenza, eventi che rimarranno incisi nella nostra memoria per lungo tempo. Purtroppo, stiamo assistendo a una crescente normalizzazione di tali situazioni, a una sorta di rassegnazione che ci porta a sperare sempre, ma con sempre meno fiducia nelle Istituzioni.

Desideriamo garantire ai nostri figli un ambiente scolastico migliore di quello che stiamo osservando oggi in città. Tuttavia, la situazione attuale ci preoccupa profondamente poiché esiste un evidente rischio di smottamento, frana o, ancor peggio, cedimento del terreno nelle immediate vicinanze della Scuola dell’Infanzia “Tre Palmenti”.

Dopo attente analisi e uno studio approfondito della questione, siamo convinti che sia possibile adottare misure atte a proteggere la scuola e i nostri amati bambini. Suggeriamo la realizzazione di interventi di mitigazione delle acque e il rinforzo del corticato in modo da garantire un’infanzia serena a tutti gli studenti che frequentano la scuola e alle loro famiglie, che spesso sono ignare dei pericoli che potrebbero derivare da questa situazione.

Con la presente missiva, non intendiamo solo sollevare una problematica, ma desideriamo stimolare la coscienza collettiva e le azioni concrete degli abitanti di Gioia Tauro. Non vogliamo più sperare passivamente, ma agire in modo propositivo. È nostro dovere mettere in luce una grave criticità che fino ad oggi è stata trascurata o ignorata.

Confidiamo nella vostra sensibilità e nell’importanza che attribuite alla sicurezza dei nostri figli e al futuro della nostra comunità. Chiediamo che si intraprendano azioni immediate per affrontare questa situazione e garantire un ambiente scolastico sicuro e sereno.

Restiamo a disposizione per un eventuale incontro al fine di discutere in modo più dettagliato i nostri suggerimenti e preoccupazioni. Vi preghiamo di tenere presente che l’urgenza di questa situazione non può essere sottovalutata.”

Articolo precedente Incidente Melicucco: Valentina Crudo trasferita al Centro del risveglio
Articolo successivo“Bang”, tre laboratori operativi per arricchire di emozioni la biblioteca comunale a Sant’Eufemia d’Aspromonte