Gli ultimi arresti dei Carabinieri in provincia di Reggio Calabria

03.01.2014, Careri (RC), i Carabinieri della Stazione di Careri sono intervenuti in quella località Pietri ove ignoti hanno dato alle fiamme l’intero traliccio della stazione radiobase della società telefonica Wind Telecomunicazioni s.p.a.. Le fiamme, che sono state domate dal personale del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Bianco, hanno arrecato ingenti danni ed hanno portato al disservizio totale della stazione radiobase. Nel corso dell’immediato sopralluogo i Carabinieri operanti hanno rinvenuto e sequestrato un tappo di plastica da tanica di colore rosso, intriso di liquido infiammabile sul quale si stanno approfondendo gli accertamenti. L’episodio potrebbe avere una pista legata ad alcuni interessi sull’area. Il lavoro poggia sulla possibilità di individuare gli autori del gesto che potrebbero aver lasciato qualche indizio sul luogo. Per questo motivo anche in mattinata gli investigatori sono tornati sul posto anche per effettuare un nuovo sopralluogo tecnico scientifico che avrebbe fruttato nuove acquisizioni.

03.01.2014, Siderno (RC), i Carabinieri della Stazione di Siderno sono intervenuti presso l’Istituto IPSIA di quel centro, ove ignoti malfattori nella notte del 01 c.m. alle ore 02:30 circa si sono introdotti all’interno, infrangendo vetro di una porta sul retro, senza riuscire ad asportare nulla poiché messi in fuga dall’attivazione dell’allarme antintrusione.

03.01.2014, Villa San Giovanni (RC), i Carabinieri della Stazione di Villa S.G. sono intervenuti presso l’abitazione di P.F. di anni 76, coniugato, pensionato, ove ignoti, approfittando dell’assenza della vittima, si sono introdotti all’interno mediante l’effrazione di una finestra ubicata sul retro, ed hanno asportato degli oggetti in oro e un armadietto metallico contenente un fucile ed una pistola legalmente detenuti dalla vittima.

 03.01.2014, Melito Porto Salvo (RC), i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Melito P.S. hanno segnalato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria R. F. di anni 65, coniugato, pensionato, poiché in seguito a perquisizione personale è stato trovato in possesso di cacciaviti, forbici da elettricista ed una chiave per l’apertura dei vagoni ferroviari, in merito a cui non sapeva dare alcuna plausibile spiegazione.

 03.01.2014, Melito Porto Salvo (RC) i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Melito P.S. hanno segnalato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria S. N. di anni 57, divorziato, libero professionista, M. O. di anni 51, celibe, badante e D. C. L. G. di anni 36, senza fissa dimora, celibe, giardiniere, poiché sono stati sorpresi nello smaltire lastre di fibrocemento, presumibilmente nella componente cemento-amianto, nell’alveo del torrente Sant’Elia.

 03.01.2014, Motta San Giovanni (RC), i Carabinieri della Stazione di Lazzaro sono intervenuti presso il cantiere del realizzando depuratore in quella località Oliveto, ove ignoti, dopo aver divelto la recinzione, si sono introdotti all’interno ed hanno asportato vario materiale elettrico.

03.01.2014, Seminara (RC), i Carabinieri della Stazione di Seminara sono intervenuti presso l’abitazione di D. G. di anni 50, ove constatavano che ignoti hanno danneggiato, esplodendo diversi colpi d’arma da fuoco, una finestra dell’abitazione.

03.01.2014, Laureana Di Borrello (RC), i Carabinieri della Stazione di Laureana unitamente ai Vigili del Fuoco del distaccamento di Polistena sono intervenuti in quella frazione Bellantone, ove la deflagrazione di un ordigno esplosivo rudimentale, ha distrutto nella parte anteriore un furgone.

03.01.2014, Santa Cristina D’Aspromonte (RC), i Carabinieri della Stazione di Santa Cristina nell’ambito di un servizio di controllo del territorio volto alla repressione dei reati predatori nelle aree rurali, hanno arrestato in flagranza di reato Papalia Pasquale di anni 48, censurato, muratore, coniugato, poiché nel corso di perquisizione all’interno della sua autovettura i Carabinieri hanno rivenuto un fucile con matricola abrasa e le relative cartucce.